Certosino: carattere e comportamento di questo gatto

Qual è il carattere dei gatti Certosini? Come si comportano veramente?

Carattere del Certosino – Spesso sento ripetete dai proprietari di animali questa frase "Il Certosino è un gatto adatto ai bambini". Beh, sarò stata sfortunata io, ma la maggior parte dei Certosini che ho conosciuto non era esattamente quello che si definisce un gatto socievole. Certo, ne ho conosciuti anche di dolci e tranquilli, ma la maggior parte aveva un temperamento degno di un leone. Potreste obiettare che è normale che dal veterinario il gatto tiri fuori il lato più aggressivo, ma il problema è che questi leoncini in miniatura, per stessa ammissione dei proprietari, anche in casa tendevano a mostrarsi intrattabili, specie quando si trattava di spazzolarli, dargli le medicine o fargli qualsiasi cosa non gradissero. Ecco che allora come già fatto con il Pastore tedesco, andremo a vedere il carattere dei Certosini così come viene descritto nei libri e come si comportano invece dal veterinario.

Certosino: il carattere

I libri definiscono il Certosino un gatto tranquillo e dolce, socievole, con un temperamento equilibrato. Il che spiega perché viene indicato come gatto adatto alle famiglie con bambini, con persone sole o anche anziane. Il Certosino è un gatto che si adatta a convivere con altri gatti o cani, se disturbato tende a fuggire e nascondersi e non a graffiare. E’ un gatto che vive bene anche da solo, ma visto che ama giocare e ama il padrone, conviene non lasciarlo proprio da solo tutto il giorno.

E’ un gatto che si adatta bene a vivere in casa, anche se avrebbe bisogno di abbastanza spazio per muoversi e correte. Il Certosino miagola poco, difficile ascoltarlo miagolare. E’ anche un bravo cacciatore, quindi se avete un giardino siete a posto.

Certosino: il carattere dal veterinario

Può essere che dal veterinario il Certosino si trasformi. Quando devi visitarlo o fargli qualche manovra particolare (vedi un prelievo per un esame del sangue, un’ecografia o una radiografia) visto che non può fuggire probabilmente tende a mostrare il suo lato più nervosetto: ecco che parte a mordere e graffiare, con intenzionalità rendendo difficile qualsiasi manovra.

Chiedendo ai proprietari, si scopre che spesso anche a casa quando devono spazzolarlo, mettergli antipulci o dargli magari delle medicine morde anche loro, manifestando una certa aggressività. Questo me lo hanno detto i proprietari stessi di alcuni Certosini, per cui se state per prendere un gatto per i bambini, magari opterei per un’altra razza. Magari beccate il Certosino dolcione, ma se trovate quello schivo, diffidente, che non vuole mai essere toccato?

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail