Coniglio con doppio mento: cause e cosa fare

Vi siete accorti che il coniglio ha il doppio mento? Andiamo a vedere le principali cause e cosa fare.

coniglio doppio mento

Coniglio con doppio mento - Avete un coniglio e all’improvviso notate che ha un doppio mento. O anche un triplo mento. La piega della giogagia ormai è diventata multipla, il coniglio appare nel suo complesso piuttosto rotondetto. Ecco dunque che oggi andremo a parlare delle principali cause del doppio mento del coniglio o anche triplo se è per questo, vedremo cosa vuol dire quando hanno la giogaia pronunciata e cosa dobbiamo fare in questi casi. Diciamo che in linea di massima non è nulla di grave, ma bisogna escludere un paio di cose.

Doppio mento nel coniglio: cause

Dunque, la principale causa di doppio e triplo mento nel coniglio è l’obesità. Ebbene sì, anche i conigli possono soffrire di obesità. Soprattutto quelli che fanno poco movimento e sono vittime di proprietari poco informati che li tengono perennemente in gabbia (i conigli NON vanno tenuti sempre e solo in gabbia, la gabbia è l’eccezione, non la regola) o che sono iper alimentati (spesso con mangimi sbagliati), ecco che tendono ad ingrassare. E nel coniglio la ciccia si accumula anche a livello della zona sotto il mento, sulla gola, facendo sì che si creino pieghe multiple di cute riempite di grasso che danno origine al doppio o triplo mento.

Un’altra causa potrebbe essere lo sviluppo di ascessi, più raramente di tumori, nella zona sotto al collo. Mentre nel caso del grasso la piega della pelle è morbida, in questo caso avremo delle formazioni nodulari dure che a seconda della gravità del problema possono estendersi anche parecchio. Al tatto sono dure, ma se il coniglio non viene mai accarezzato, ecco che magari tutto quello che si vede è una sporgenza sotto alla mandibola e nella zona collo che viene scambiata erroneamente per delle pliche di pelle ripiene di grasso.

Coniglio con doppio mento: cosa fare

La prima cosa da fare è portare il coniglio dal veterinario per capire se si tratti di pieghe di grasso o di ascessi. Questo perché in primis capire quale sia il problema permette di stabilire un iter per cercare di risolverlo. In secondo luogo, se è vero che delle pieghe di grasso sono meno gravi di un ascesso, è anche vero che l’obesità è una patologia vera e propria. Va bene avere un coniglio in forma e cicciottino, ma obeso no, quando ha il triplo mento significa che stiamo esagerando con la dieta.

Poniamo il caso di un coniglio molto obeso, con triplo mento, così grassoccio che fatica a camminare e non riesce neanche più a pulirsi. Probabilmente il veterinario vi correggerà la dieta. In primo luogo eliminerà tutti i carboidrati che gli stavate dando... a proposito, perché glieli stavate dando? Abbiamo ribadito più e più volte che il coniglio è un erbivoro stretto e che i carboidrati e i semi non li deve vedere neanche da lontano, basta informarsi e si evitano madornali errori nella dieta del coniglio. Quindi via tutto quel pane, grissini, pasta che gli stavate dando per chissà quale motivo e riduciamo la dose di pellet... anche qui mi auguro che gli steste dando solo quello a base di erba pressata e non quello con i semini, quest’ultimo avreste dovuto toglierlo già parecchio tempo fa. Quindi riduciamo un po’ la dose di pellet. Fieno e verdure, invece, vanno bene come prima, quelli non ingrassano. Limitiamo invece di più la frutta, specie se zuccherina.

Se invece siamo di fronte a un ascesso, qui l’approccio è diverso. Ormai sappiamo che gli ascessi del coniglio andrebbero tolti in toto con un intervento chirurgico almeno là dove possibile. Questo perché il pus è denso e caseoso, diverso da quello di cani e gatti e se non si toglie anche la capsula, si riformerà. A questo bisognerebbe abbinare uno studio radiografico dei denti e della mandibola e della mascella, per capire se ci sia già coinvolgimento osseo.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 45493477@N05

  • shares
  • Mail