Cincillà: come deve essere l’alloggio ideale

Avete deciso di convivere con un cincillà? Ebbene, conviene che vi attrezziate per tempo per il suo alloggio, andiamo dunque a vedere l’alloggio ideale del cincillà in casa.

cincilla

Cincillà e alloggio – Volete vivere insieme a un cincillà? Molto bene. Però occhio: se siete abituati a conigli e cavie, dovete rendervi conto che il cincillà ha altre esigenze per quanto riguarda il suo alloggio. Infatti il cincillà è un pet che ama saltare, è molto agile, quindi ciò si traduce nel fatto che vuole una gabbia che si sviluppa in senso verticale. Questo per spiegare a tutti coloro che avevano in precedenza un coniglio che non posso riciclare la sua gabbia... perché, tenevate ancora il coniglio in gabbia? Abbiamo ampiamente ribadito più e più volte come chi adotta un coniglio debba anche fare una casa a misura di coniglio, sicura, per permettergli di scorrazzare dove preferisce, non è possibile vedere ancora nel 2015 conigli relegati in gabbiette microscopiche 24 ore su 24. Ribadito ciò, non potete riciclare la sua gabbia perché il cincillà vuole una gabbia verticale.

Cincillà: come alloggiarlo

Esattamente come quando si parla di alloggi per criceti o tartarughe, più è grande la gabbia del cincillà e meglio è. Anche qui non potete tenerli rinchiusi vita natural durante (a meno che siano molto selvatici), quindi dovete farli uscire il più spesso possibile, sempre sorvegliandoli con attenzione perché hanno la malaugurata tendenza a rosicchiare tutto ciò che capita loro a tiro, fili elettrici compresi. E tutto ciò è possibile solamente se avete un cincillà addomesticato che poi si lascia riacchiappare senza fare il rodeo tutte le volte.

Comunque sia, le gabbie per cincillà devono essere verticali, il minimo delle dimensioni sono due metri x due metri x un metro, se più grande ancora meglio. La gabbia deve essere attrezzata con diversi ripiani in modo da permettere al cincillà di saltare quando più gli pare.

La gabbia per i cincillà deve essere di metallo, ricordate che rosicchiano? Conviene poi ricoprire il pavimento della gabbia con pellet o trucioli appositi, anche la carta di giornale va bene a patto che non la rosicchi e che venga cambiata spesso.

Come per il coniglio, sopportano meglio le basse temperature che quelle alte, spesso soffrono di colpi di calore sopra i 25 gradi.

Cincillà: accessori

Per quanto riguarda gli accessori dell’alloggio del cincillà, avete bisogno di una ruota grande, di quelle non a listarelle, ma con superficie continua in modo che non si incastrino le zampe, ovviamente anche qui non potete riciclare quella del criceto perché vi serve una ruota decisamente più grande, da cincillà per l’appunto.

La ciotola del cibo e dell’acqua deve essere posta in sospensione, altrimenti il cincillà ci fa la pipì dentro. Per quanto riguarda i bisognini, tendono a farli quasi sempre in un angoletto della gabbia, anche se sono meno precisi di conigli e gatti. Non deve poi mancare il nido, una casetta di legno apposita dove possa dormire e rintanarsi al sicuro. Magari mettetegli del fieno o della paglia dentro.

Evitate di mettere nella gabbia giocattoli di plastica o di gomma perché li rosicchia andando incontro a un blocco intestinale. Essendo animali sociali, spesso si tiene la coppia in modo che si facciano compagnia: se avete maschio e femmina il maschio andrà sterilizzato altrimenti si accoppiano di continuo e vi trovate a dover gestire un allevamento di cincillà, mentre se sono buoni è possibile anche tenere insieme due maschi e due femmine, basta che siano abituati sin da piccoli.

Accessorio fondamentale per il cincillà è la vaschetta con la sabbia apposita per fargli fare il bagno di sabbia, è in questo modo che si tengono puliti. La sabbia apposita per cincillà va messa in una vaschetta abbastanza grande affinché possa rotolarsi felicemente e pulirsi. La vaschetta con la sabbia non va lasciata sempre, ma massimo mezz’ora al giorno altrimenti finisce per farci la pipì e spargere sabbia ovunque.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | chinchilla-facts-com

  • shares
  • Mail