Gattari da legare: Come si fa le ossa una gattara

Com'è che si diventa gattare?

Gattari da legare: Come si fa le ossa una gattara

Io sono diventata gattara perché mia nonna era gattara. E mi vietava di avvicinarmi ai gatti. Già, proprio così: se io, mia sorella o i miei cugini accennavamo appena un passo in direzione dei gatti, sentivamo la voce dell'onnipresente e onnisciente nonna: "Lasciali stare!". I bambini disturbano i gatti. I gatti non si devono disturbare. I bambini imparano il sillogismo aristotelico.

Il desiderio frustrato di una bambina può portarla a diventare gattara? Lo sono diventata per poter, finalmente, avvicinarmi ai gatti? Non lo so. Fatto sta che sono in gamba. La maggior parte delle volte, riesco a guadagnare la fiducia anche dei più "selvatici". Non in un minuto, eh! Non sono San Francesco. Ma ho imparato la pazienza, ho imparato a sopportare e quasi godere delle lunghe attese degli appostamenti, col braccio teso, oramai atrofizzato, per far sì che il micio mi annusi. Piano piano, coi suoi tempi.

E adesso che faccio? Dico a mia figlia di non avvicinarsi ai gatti. Poi mi ricordo della mia frustrazione infantile, e le concedo di avvicinarsi un po', di fare una carezza a quelli meglio disposti. Secondo me, diventerà gattara. In fondo, coi figli, basta proibire loro qualcosa per star certi che lo faranno.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail