Quante volte si parla di cani nella Bibbia? E quante di gatti?

Tobia guarisce gli occhi del padre cieco

La Bibbia - libro sacro per gli ebrei (solo il Vecchio Testamento) e per le varie confessioni cristiani (Vecchio e Nuovo Testamento) – è stata scritta grosso modo nel corso di mille e cento anni. È piena di testi che riguardano gli uomini e il loro operato. Ovviamente si parla anche di animali, spesso come metafora di questo o quell'atteggiamento degli esseri umani.

Non è questo il luogo per fare una disamina approfondita di come si parla degli animali di affezione nella Bibbia o di tutte le varianti possibili, ma a mo' di esempio possiamo fare un elenco di quante volte si parla dei nostri amici (pelosi e non). Ecco la classifica:


  1. uccelli: 151 volte (118 volte al plurale, 31 al singolare e 2 volte abbiamo uccellini)

  2. pesci: 72 volte (28 al singolare e 44 al plurale)

  3. rettili: 25 volte (2 al singolare e 23 al plurale)

  4. cane: 19 volte

  5. gatti: 2 volte

La ricerca è stata fatta sulla traduzione della CEI e tramite la lista alfabetica delle parole consultabile dal sito del Vaticano.

Foto | August Malmström (1829–1901), Storie della Bibbia: Tobia guarisce il padre cieco. In basso a destra c'è il cane di Tobia.

  • shares
  • Mail