Buon Ferragosto con i celebri gatti di Roma

Felice Ferragosto con tante foto di gatti di Roma che si aggirano, lieti e vezzosi, tra gli antichi monumenti della Capitale.

Buon Ferragosto 2015 con i gatti di Roma. Perché proprio questa scelta? Come ben sapete, la parola Ferragosto deriva dalla frase latina feriae Augusti e cioè riposo di Augusto: fu proprio l’imperatore Augusto, infatti, a istituire questa festa nel 18 avanti Cristo, unendola ad altre festività molto antiche che si celebravano in quel mese per celebrare i raccolti e la fine di molti lavori agricoli.

C’era, naturalmente, uno scopo celebrativo in questa festa (così indovinato che oggi, a distanza di duemila anni, ancora ricordiamo l’imperatore Augusto e il suo riposo!); ma c’era anche un altro motivo, di natura pratica: dopo i grandi lavori nei campi era necessario fornire un periodo di riposo e di distrazione per poi riprendere con rinnovato vigore la vita quotidiana. Nel corso dell’antico Ferragosto facevano festa anche gli animali da tiro come buoi, asini e muli che venivano lasciati riposare (e di questo, ne sono certo, erano grati) e venivano anche agghindati con fiori (ecco, questo non so se fosse di loro gradimento). C’erano anche corse di cavalli, ma questo certo non può essere indicato come un motivo di festa, almeno per il cavallo!

Oggi, a distanza di secoli, di quell’antico Impero che fu Roma restano tante vestigia, monumenti, ruderi. La città di Roma ne è ovviamente piena e in questi giorni (ma anche nel resto dell’anno) questi monumenti sono presi d’assalto dai turisti. Tra queste antiche mura, dietro colonne e capitelli, all’ombra di qualche tempio ci sono però dei padroni assoluti, che regnano incontrastati e festeggiano, loro sì!, tutto l’anno il riposo di Augusto e di chiunque abbia voglia di rilassarsi. Sono i gatti del Colosseo, ma anche dei Fori e di tutta Roma. Ecco perché, allora, li vogliamo ricordare in questa festa tanto sentita dal popolo italiano.

  • shares
  • Mail