Asti: pensionato uccide 5 gatti per vendetta

Un gatto randagio

Succede spesso così: per le incomprensioni tra gli esseri umani ne fanno la spesa gli animali, che non c’entrano niente. È quanto accaduto a Rocca d’Arazzo, comune con meno di mille abitanti della provincia di Asti. Un uomo di 62 anni, pensionato, aveva rapporti molto tesi con il vicino di casa e così, stanco dei continui litigi, ha deciso di vendicarsi. E come ha messo in pratica la sua vendetta? Ha avvelenato i gatti del vicino: ben cinque gatti sono morti per questa storia.

L’uomo avrebbe usato un potente topicida, che poi è stato ritrovato dai carabinieri nella sua abitazioni. Le forze dell’ordine hanno così denunciato l’uomo per uccisione di animali altrui.

Una storia incommentabile per il livello di inciviltà che ha raggiunto: le liti e le incomprensioni ci possono essere – e, di fatto, ci sono. Ma possono anche risolversi in maniere civile: se proprio non ci si riesce ad accordarsi, si può andare davanti a un giudice. A che pro avvelenare dei gatti che non c’entrano proprio nulla?

Via | ADNKronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail