Leggende metropolitane da sfatare sul parto dei conigli

Far accoppiare i conigli sì o non farlo?

riproduzione-conigli.jpg

Ci sono innumerevoli leggende metropolitane da sfatare per quanto riguarda l'accoppiamento tra conigli. Prima di tutto diciamo in chiaro che siamo contrarissimi a tale scelta, ovviamente, motivando. In primis ci sono decine di associazioni che si occupano di questi lagomorfi salvandoli dalle situazioni di abbandono più improbabili che sono strapiene di creature in adozione (cuccioli compresi) dunque già, per rispetto nei confronti dello sforzo di tali persone, non sarebbe cosa positiva mettere al mondo ancora altre creature senza una casa. Il vicino, l'amico, il parente vi dice che adotterà un cucciolo? Poi quando la situazione sarà concreta vedrete che non rispetterà la parola data o, al primo filo rosicchiato e alla prima pipì in giro, vi vedrete bellamente restituito il "pacco".

Alcuni credono ancora, seguendo appunto una leggenda metropolitana da stroncare sul nascere, che facendo accoppiare la coniglietta almeno una volta, la piccina non avrà mai malattie all'apparato riproduttivo quali piometra, tumori uterini etc etc. FALSO: queste malattie vengono COMUNQUE, anche se c'è stata una cucciolata. Vi rendete poi conto che se nascono delle femmine, seguendo questa assurda credenza bisognerebbe farle riprodurre, dando il via ad una infinità di conigli disperati senza alcuna casa?

Insomma abbiamo capito che l'unico modo di non fare danni è STERILIZZARE. Certo questo ha un costo e riserva dei pericoli, come una qualsiasi anestesia per un qualsiasi essere vivente riserva dei pericoli! Non per questo nessuno si sottopone mai ad operazioni, corretto? Inoltre, se un domani viene un tumore alla vostra coniglia, non pensate che tale intervento, e in conseguenza l'anestesia, saranno ben più lunghi e pericolosi rispetto ad una operazione di routine quale la sterilizzazione?

Riflettiamo sempre sulle conseguenze delle nostre azioni, soprattutto quando coinvolgno altri esseri viventi!

  • shares
  • Mail