Come proteggere cani e gatti dal freddo, qualche consiglio

Ecco qualche consiglio su come proteggere cani e gatti dal freddo.

cani neve

Proteggere cani e gatti dal freddo - Visto che l'estate è ormai un ricordo lontano e una speranza futura, ecco che con l'arrivo del freddo conviene proteggere anche i cani e gatti dalle basse temperature. E' vero, hanno la pelliccia, ma non possono togliersela: questo vuol dire che gli sbalzi di temperatura fra l'interno della casa e l'esterno possono farsi sentire anche per loro. In questa stagione tendenzialmente aumentano le patologie respiratorie sia di cani che di gatti e anche le forme di diarrea sono comuni. Ma come fare per proteggere cani e gatti dal freddo? Ecco qualche consiglio:

  1. cani e gatti vanno abituati al freddo gradualmente, soprattutto quando passano dal dormire appiccicati al termosifone all'esterno decisamente più freddo
  2. in caso di cuccioli o gattini, sarebbe buona norma non tenerli all'esterno, specie se non sono insieme alla cucciolata che può tenerli al caldo. Se proprio non si può evitare, la cuccia deve essere perfettamente coibentata e riparata dalla pioggia e dal vento
  3. anche le cucce per adulti devono essere coibentate, protette dalla pioggia e dal vento. Inoltre devono essere di dimensioni adeguate: cucce enormi disperdono il calore specie se ci abita un solo cane
  4. il cappottino può servire, ma solo quando fa molto freddo. Inoltre cappottino che tengono collo e addome scoperto servono a ben poco, idem dicasi per cappottini in pile inzuppati di pioggia, fanno più danni che altro. L'ideale sarebbe un cappottino in panno interno e impermeabile esterno, specie per le razze che hanno meno capacità di adattarsi al freddo
  5. per i gatti ci sono meno problemi, però ricordatevi di creare dei ripari al caldo, protetti dal vento e dalla pioggia dove il gatto possa rifugiarsi se ama vivere fuori
  6. adattare la dieta al periodo dell'anno: esattamente come per noi, quando fuori fa molto freddo si bruciano più calorie per riscaldarsi. Valutate col vostro veterinario come modificare l'alimentazione evitando il fai-da-te per scongiurare rischi di intolleranze o patologie intestinali, specie in cani e gatti che soffrono già di particolari malattie
  7. attenzione alla ciotola dell'acqua: deve essere al riparo in quanto potrebbe ghiacciarsi. Attenzione poi che l'acqua fredda può scatenare patologie gastrointestinali, in primis la torsione di stomaco
  8. ricordatevi di spazzolare ogni giorno il cane per rimuovere il pelo morto, favorire la muta e la crescita del pelo invernale
  9. se il cane si è inzuppato di pioggia o neve, ricordatevi di asciugarlo per bene
  10. attenzione a non lasciare il cane o il gatto in auto quando fa molto freddo: non rischia il colpo di calore, ma di sicuro l'ipotermia e il congelamento sì
  11. in casa mettete coperte aggiuntive in giro per casa o nella cuccia (occhio solo ai cani che le mangiano, rischiate il corpo estraneo). Meglio evitare stufette e cuscini termici, rischiano di ustionarsi per contatto o di rosicchiare i fili elettrici con pericolo di folgorazione
  12. in caso di gite in montagne, ricordatevi di proteggere anche il cane dal freddo, non solo voi
  13. anche in città, in caso di freddo molto intenso bisogna proteggere i polpastrelli con gli appositi prodotti
  14. non lasciate cani e gatti anziani e malati nel prato, al freddo, anche se sono loro a volerci stare. L'ipotermia può essere fatale in questi casi

Foto | emperley3

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: