Il coniglio: un pet da compagnia estremamente diffuso ma ancora sconosciuto

Insieme a cani e gatti c'è tutto un mondo di altri pet da compagnia!

animali-da-compagnia-in-italia.jpg

Le statistiche sono chiare: gli animali che vivono in maggior numero nelle case degli Italiani restano cani e gatti. Accanto a questi però c'è una buona fetta di animali così definiti "esotici" composta da: tartarughe, conigli, criceti, cavie peruviane, cincillà ( in crescita), oltre a iguane, pesci, volatili di vario tipo, serpenti, gasteropodi etc etc. Alcuni hanno più di un animale in casa ma, a meno che non si tratti di cane o gatto, sono un pochino confusi riguardo la gestione e il veterinario a cui rivolgersi.

Prima di tutto gli esotici necessitano un veterinario particolare, ossia esperto in animali esotici, specializzazione che non si ottiene seguendo i normali corsi universitari, ma si acquisisce in seguito frequentando ed aggiornandosi costantemente con corsi extra. E' quindi fondamentale se fate questa scelta, di verificare se vicino a voi c'è chi poi possa concretamente curare il vostro pet.

I conigli sono "venuti alla ribalta" molto recentemente grazie ad una serie di proposte di legge che chiedono di inserirli a tutti gli effetti come animali da compagnia, accanto a cani e gatti. Peccato che la disinformazione viga sovrana: ancora in pochi sanno che il coniglio non vive mai in gabbia e non mangia assolutamente granaglie ma fieno e verdure, oltre a necessitare la libertà 24 ore su 24. Ormai tutto è a portata di click: basta sapere dove cercare per trovare quante più informazioni di gestione corrette.

  • shares
  • Mail