L'abbraccio che ha commosso il mondo

Se avete un profilo su Facebook quasi sicuramente avrete visto la fotografia qui sopra. Il cane si chiama Schoep ed è un meticcio di ben diciannove anni. Il suo padrone, John, lo salvò quando aveva solo otto mesi, vissuti, perlopiù, tra botte e maltrattamenti. John e la fidanzata di allora decisero di adottarlo e, da quel momento , divennero inseparabili.

Il lago che vedete nella foto, poi, ha giocato un ruolo fondamentale nella storia perché, proprio in quel lago, John intendeva farla finita dopo essere stato lasciato dalla fidanzata. La presenza di Schoep, però, lo fece desistere.

Adesso, a causa dell'età, Schoep ha sviluppato una forma di artrite che non lo fa dormire la notte (nonostante gli antidolorifici). John, allora, ha deciso di prendere il suo vecchio amico e, ogni sera, si immergono nel lago, dove Shoep non sente più il peso degli anni, e riesce a prendere sonno.

Questa storia non sarebbe arrivata a noi se non fosse per questa fotografia scattata da Hannah Stonehouse Hudson. Grazie al suo scatto che riesce a fermare questa emozione, abbiamo la conferma che, nonostante ci arrivino ogni giorno notizie terribili di maltrattamenti, anche l'essere umano è capace di gesti meravigliosi.

Di seguito il video (in lingua originale) che parla della storia di Schoep e John.

  • shares
  • Mail