Tossicità da antibiotici nei criceti: cosa fare e cosa non fare

Alcuni antibiotici sono tossici per i criceti: ecco cosa fare e cosa non fare.

criceto

Tossicità da antibiotici nei criceti – Vale per tutti i pet la regola dell’evitare il fai-da-te nella somministrazione di farmaci agli animali da compagnia, più che altro per un discorso di... evitare che vengano dati farmaci inutili, dannosi, a dosaggi criminali con l’unico risultato non di non far guarire il pet, ma spesso e volentieri di dargli il colpo di grazia. Letteralmente. Ma questa regola vale ancora di più nel caso degli animali esotici: qui è la regola vedere arrivare in ambulatorio animali a cui sono stati dati dai proprietari farmaci sbagliati nell’ottica del "Se ha fatto bene a me/al cane/al gatto del vicino/al dugongo dello zio vuoi che non faccia bene al criceto/coniglio/cavia/furetto/pet esotico a piacere?". Ehm, no, molto probabile che sia morto proprio per quel farmaco somministrato a casaccio.

Tossicità da antibiotici nei criceti

Esattamente come succede per il coniglio, la cavia, parecchi roditori ecco che il criceto è estremamente sensibile all’uso degli antibiotici. Specie quando gli vengono somministrati antibiotici che sono tossici per i criceti o a dosaggi da alano. In generale quello che succede è che se vengono dati al criceto antibiotici sbagliati, ecco che sviluppa una forma di enterite mortale... e questo non dopo terapia di due mesi, basta anche solo una somministrazione.

Il problema è che l’intestino dei criceti è diverso dal nostro o anche solo da quello del cane e del gatto. Usare antibiotici sbagliati uccide parte della flora intestinale e favorisce lo sviluppo di batteri che producono tossine: si parla dunque di enterotossiemia letale.

Fondamentalmente gli antibiotici che creano problemi al criceto sono le penicilline, le cefalosporine, la lincomicina, la tilosina, l’eritromicina e la clindamicina. Ma c’è un altro fattore da tenere in considerazione: tecnicamente negli animali esotici anche gli antibiotici che sono sicuri in taluni casi provocano reazioni avverse, si tratta di forme di idiosincrasia di quel pet, non possibili da evidenziare a priori.

Tossicità da antibiotici nei criceti: cosa fare

In realtà sapete benissimo cosa fare. Sapete che dare farmaci a casaccio è sbagliato e potenzialmente fatale, non venite poi a piangere lacrime di coccodrillo quando ormai il criceto è in fin di vita perché gli avete dato quell’antibiotico uso pediatrico in gocce, la causa della morte, oltre alla patologia iniziale, è da imputare proprio al fatto che gli avete dato il farmaco sbagliato.

L’antibiotico va prescritto dal veterinario: dovete usare quelli che vi indica lui e seguire scrupolosamente i dosaggi, anche perché purtroppo non ci sono antibiotici specifici per i criceti e quindi bisogna dosare attentamente le molecole che ci sono a disposizione.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | victor_sween

  • shares
  • Mail