• Petsblog
  • Gatti
  • Corpi estranei polmonari nel gatto: tipi e localizzazione

Corpi estranei polmonari nel gatto: tipi e localizzazione

Corpi estranei polmonari nel gatto: tipi e localizzazione

Anche nei gatti possiamo avere la presenza di corpi estranei tracheali, bronchiali e polmonari.

Corpi estranei nel gatto – Di solito siamo abituati a parlare di corpi estranei tracheobronchiali o polmonari nei cani, soprattutto nella stagione delle spighe o forasacchi. Eppure lo studio dal titolo “Tracheobronchial foreign bodies in cats: a retrospective study of 12 cases”, Leal RO, Bongrand Y, Lepoutre JG, Gomes E, Hernandez J. J Feline Med Surg. 2017 Feb; 19 (2): 117-122 ha preso in esame la presenza di corpi estranei in questa sede in dodici gatti, fornendo indicazioni sulla localizzazione e sui tipi di corpi estranei.

Corpi estranei tracheobronchiali nei gatti: dove si localizzano?

Si è trattato di uno studio retrospettivo, che ha analizzato i dati delle cartelle cliniche di dodici gatti con accerti corpi estranei tracheobronchiali. Esaminando i dati delle cartelle cliniche di questi dodici gatti (maschi e femmine, età media di 3 anni), si è visto che il sintomo maggiormente presente era la tosse.

In tutti questi gatti venivano fatte radiografie, ma mentre in dieci gatti il corpo estraneo si riusciva ad estrarre tramite broncoscopia, in due era necessario ricorrere alla chirurgia. Come localizzazione, i corpi estranei si trovavano in:

[progressbar title=”trachea” percentage=”yes” value=”50″]
[progressbar title=”bronchi” percentage=”yes” value=”50″]

Nei bronchi, il 66% dei corpi estranei era localizzato nel bronco caudale destro. Per quanto riguarda il tipo di corpo estraneo:

[progressbar title=”corpi estranei vegetali” percentage=”yes” value=”58″]
[progressbar title=”corpi estranei minerali” percentage=”yes” value=”25″]
[progressbar title=”corpi estranei di natura sconosciuta” percentage=”yes” value=”17″]

La cosa curiosa è che i corpi estranei minerali si trovavano tutti nella trachea, mentre quelli vegetali per la maggior parte finiscono nei bronchi.

Cosa vuol dire?

Prima di tutto che in caso di tosse ostinata, che non passa con nulla, anche nel gatto bisogna prendere in considerazione la presenza di un corpo estraneo tracheobronchiale. In secondo luogo, che questi corpi estranei possono rimanere in trachea o finire più in giù nei bronchi. Soprattutto i corpi estranei vegetali tendono a spostarsi nei bronchi e a viaggiare di più, mentre quelli minerali si incastrano in trachea. Inoltre la broncoscopia è il metodo migliore per individuarli (soprattutto quelli vegetali con le lastre normali non si vedono) e per toglierli.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Via | Journal of Feline Medicine and Surgery

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog