Report, cibo animali: la spiegazione del dottor Andrea Zatelli

Se avete seguito Report del 6 dicembre, la puntata intitolata Troppa Trippa relativa al cibo per animali, avrete anche seguito le dichiarazioni del dottor Andrea Zatelli... peccato che si sia trattato di un taglia e cuci ad arte da parte del programma.

facebook renalmanage

Report e il cibo per animali - La puntata del 6 dicembre di Report verteva sul cibo per animali, in particolare sui mangimi commerciali. Il titolo della puntata era Troppa Trippa e la trovate corredata di video e trascrizione integralmente sul sito di Report. Fra le persone intervistate c'era anche il dottor Andrea Zatelli, uno dei maggiori esperti italiani nel campo della nefrologia e che ho anche avuto la fortuna di ascoltare a lezione ai tempi dell'università e a numerosi seminari (che per inciso, visto che Report sostiene che i veterinari vengano pagati e ottengano gadget per partecipare a questi congressi: io i miei me li sono sempre pagata di tasca mia, congresso, vitto e alloggio, perdendo giorni lavorativi. E come gadget al massimo mi hanno dato una penna e un block notes. Probabilmente ho partecipato ai seminari sbagliati). Proprio oggi il dottor Zatelli ha sentito la necessità di spiegare ciò che lui voleva veramente dire a Report.

Report, cibo animali: cosa è andato in onda

Andando sul sito di Report, è possibile rileggere la trascrizione della puntata. L'ho spulciata tutta ed ecco cosa Report ha ritenuto opportuno far dire al dottor Zatelli:

  • Sabrina Giannini: Allora perché però se io vado da dieci veterinari, dieci veterinari neanche mi ipotizzano l’idea di fare una dieta casalinga. E’ una buonissima operazione marketing quindi che è stata fatta
  • Andrea Zatelli – Medico Veterinario: Questo è fuori discussione

e ancora:

  • Sabrina Giannini: Clinicamente testato per estendere le aspettative di vita dei cani con problemi renali. Son stati fatti degli studi anche da lei o dai vari sponsor che in qualche modo abbiamo cercato gli effetti di questi cibi a lungo termine sugli animali? Effetti negativi eventualmente?
  • Andrea Zatelli - Medico Veterinario: Assolutamente sì, gli studi vengono finanziati dalle aziende

Punto e basta, questo è quanto Report ha riportato (perdonatemi il gioco di parole) di un'intervista durata 7-8 minuti: solo sette secondi di frase prese ad arte in modo che sembrasse che il dottor Zatelli stesse confermando quello che Report voleva che dicesse, cosa ben diversa da quello che invece il dottor Zatelli stava sostenendo.

Report, cibo animali: la spiegazione del Dr. Zatelli

Il dottor Zatelli ha ritenuto opportuno dire oggi la sua e l'ha fatto tramite un post che lui stesso ha dichiarato essere condivisibile pubblicamente. Il post, oltre ad essere comparso su diversi gruppi di discussione veterinaria, è stato anche pubblicato sulla pagina Facebook di Renal Manage, eccolo:

TROPPA TRIPPAFaccio seguito alla mia intervista durante la trasmissione Report. Sono stato intervistato in una pausa...

Posted by Renalmanage on Lunedì 7 dicembre 2015

Ecco i punti salienti di quanto spiegato dal Dr. Zatelli:

Se alla fine i tuoi 7-8 minuti di intervista vengono limitati a 7 secondi estrapolando due frasi dal contesto... ti rendi conto che la volontà non è quella di fare informazione riportando il parere di chi intervisti, ma di fare l’informazione che vuoi tu senza considerare il parere di chi hai intervistato. Strano modo, a mio parere, di fare il "giornalismo verità"

La mia opinione è che esistano motivi professionali e scientifici per prescrive una dieta di questo tipo. I risultati di trial clinici ne hanno dimostrato l’efficacia non solo nel controllare iperazotemia, proteinuria, iperfosfatemia, acidosi metabolica, ma anche nel ridurre la progressione di malattia ed il rischio di crisi uremica e quindi nel prolungare il tempo di sopravvivenza dei pazienti.

Si possono utilizzare diete per nefropatici formulate ad hoc e non preconfezionate? Si ed io ho sempre comunicato ai proprietari questa possibilità, facendo loro presente però che i dati di sopravvivenza e progressione malattia in questo caso non sono pubblicati e disponibili (per me questa è una mancanza).

La mia esperienza, certamente limitata, mi ha portato a pensare che il controllo di alcuni parametri, ad esempio della azotemia e dell’iperfosfatemia, non siano solitamente soddisfacenti con una dieta casalinga.

Quindi quello che emerge è questo: da un'intervista durata 7-8 minuti e inerente una problematica vasta e complessa come l'insufficienza renale, Report ha in pratica preso due mezze frasette e le ha collocate ad arte per dimostrare la sua tesi. Solo che il dottor Zatelli aveva detto ben altro. Leggete tutto il suo post per capire le motivazioni scientifiche per cui il veterinario vi consiglia il mangime commerciale in caso di insufficienza renale cronica e non la dieta casalinga.

Foto | Screenshot dalla pagina Facebook di Renalmanage

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: