Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane: cause, sintomi e terapia

Oggi parliamo della Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane connessa all’Alabama Rot: ecco cause, sintomi e terapia.

greyhound

Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane – Avrete sentito parlare dai media della malattia che mangia i cani, l’Alabama Rot. Visto che non è una patologia molto comune, andiamo a fare un po’ di ordine capendo effettivamente di che patologia si tratta (visto che da molte parti la si identifica come malattia di origine virale, anche se a dire il vero non è provocata da un virus). Vista tutta la confusione che c’è, vediamo cause, sintomi, diagnosi e terapia della Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane.

Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane: cause e sintomi

Prima di tutto: è sbagliato dire che questa patologia sia provocata da un virus in quanto in realtà non si sa la causa della Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane. Quello che è certo è che provoca ulcerazioni delle estremità distali dei cani e che spesso a tali lesioni si accompagna danno renale acuto. La patologia era stata in passato vista in alcuni levrieri negli Stati Uniti (l’Alabama Rot si riferisce a studi effettuati sui Greyhound, anche se ci sono pochi dati in merito a questa patologia), in un alano in Germania e anche in un levriero nel Regno Unito anche se proprio qui pare che si stia diffondendo. Infatti il recente allarme riguarda una sessantina di cani morti di questa malattia negli ultimi tre anni in Gran Bretagna: non si può parlare di epidemia in quanto sessanta cani in tre anni sono troppo pochi per lanciare l’allarmismo mediatico che abbiamo visto in queste ultime settimane sul web.

Senza scendere troppo nel dettaglio si hanno fenomeni trombotici a carico dei vasi con microangiopatia, infiammazione e danno all’endotelio vascolare il che provoca la formazione diffusa di microtrombi con risultante trombocitopenia, anemia emolitica e disfunzione multiorgano. Si tratta dell’unica malattia dei cani che provoca vasculopatia e che colpisce preferenzialmente i piccoli vasi del rene e la cute.

Tipicamente compaiono prima le lesioni cutanee maggiormente a carico degli arti distali sotto il gomito e il ginocchio, poi su cavità orale e muso e infine sulla parte ventrale del torace e poi i segni di malattia sistemica con danno renale da insufficienza renale acuta:

  • letargia
  • anoressia
  • abbattimento
  • vomito
  • febbre (nelle fasi iniziali)
  • ipotermia (nelle fasi terminali)

Per quanto riguarda le lesioni cutanee, abbiamo lesioni erosive con ulcerazioni, eritema, edema ed essudazione. Talvolta all’inizio le lesioni appaiono vescicolari con ulcere e necrosi. Tali lesioni sono tipicamente dolenti alla palpazione e quelle digitali provocano zoppia. A livello della bocca si hanno erosioni o ulcere. A distanza di 2-7 giorni dalla comparsa delle lesioni cutanee ecco che arrivano i segni di insufficienza renale acuta.

A livello degli esami del sangue si ha anemia emolitica, trombocitopenia, iperazotemia, assenza di CID e Addison. Gli esami delle urine mostrano proteinuria, emoglobinuria, mioglobinruia e glicosuria con presenza di cilindri. Si pensa che la causa di questa patologia possa derivare da tossine batteriche, ma in realtà l’eziologia non è ancora chiara. Di sicuro non è una malattia virale.

Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane: cosa fare?

Di per sé non ha una terapia specifica e non esiste nessun esame del sangue o test per diagnosticarla. Si sospetta la Vasculopatia Cutanea e Glomerulare Renale del cane a seguito della comparsa delle lesioni cutanee seguite poi dall’insufficienza renale acuta. Per cui come terapia si attua quella per l’insufficienza renale acuta. La morte normalmente è provocata dall’insufficienza renale acuta.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | randysonofrobert

  • shares
  • Mail