I cani invecchiano come noi umani

I cani invecchiano come noi umani

I nostri amici animali invecchiano esattamente come noi. Ecco i consigli del veterinario per proteggere la loro salute anche durante la terza età.

I nostri amici animali vi somigliano più di quanto possiate pensare! Come noi, anche i cani e i gatti invecchiano, e invecchiando possono soffrire di condizioni di salute che colpiscono spesso gli uomini e le donne anziane, come l’artrosi e la neurodegenerazione. Il cane può ad esempio soffrire di disfunzioni cognitive, ma fortunatamente, come nel caso dell’uomo, anche per i cani è possibile prevenire o affrontare i sintomi di queste condizioni, attraverso delle strategie nutrizionali a base di integratori, che possono proteggere i neuroni dell’animale e migliorare l’invecchiamento cerebrale.

A darci qualche consiglio utile in merito alle cure e alle attenzioni di cui necessitano gli animali anziani è il presidente dell’Anmvi-Associazione nazionale medici veterinari italiani, Marco Melosi, il quale spiega che secondo studi condotti negli Stati Uniti, il 50% dei cani con più di 8 anni di età manifesta un disturbo definito ‘disfunzione cognitiva canina‘, una malattia neurodegenerativa che comporta sintomi simili a quelli della malattia di Alzheimer dell’uomo.

Il cane può cambiare comportamento e abitudini alimentari, può diventare più aggressivo o irritabile, può avere alterazioni del sonno e iniziare ad abbaiare durante la notte o sembrare disorientato.

Purtroppo tali sintomi tendono a peggiorare, ma come abbiamo detto, il padroncino può mettere in atto delle strategie mirate per prendersi cura del suo amico a quattro zampe. In primo luogo, bisognerà seguire i consigli del veterinario, che potrebbe indicarvi anche l’utilizzo di alcuni prodotti utili per l’animale, come gli integratori, che possono offrire notevoli benefici.

Se il cane è disorientato e confuso bisogna comunque stargli più vicino, se è aggressivo bisogna avvicinarlo con cautela evitando situazioni di stress, se è apatico o svogliato bisogna invitarlo a muoversi.

Oltre a questa patologia, cani e padroncini hanno in comune anche altre condizioni di salute, come i problemi alle articolazioni.

L’artrosi colpisce quasi il 100% degli animali anziani

spiega l’esperto, che sottolinea che questa condizione può causare molto dolore all’animale.

Per gli animali anziani che manifestano precocemente segni di artrosi, ma anche per evitare semplicemente una rapida evoluzione della patologia, esistono sostanze come la Palmitoilglucosamina in grado di proteggere le articolazioni e rallentare il processo artrosico. Il dolore viene mitigato, permettendo anche di ridurre l’uso di antidolorifici.

via | Ansa
Foto da iStock

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog