Rogna sarcoptica nella cavia: sintomi e terapia dell’infestazione da Trixacarus caviae

Vediamo cause, sintomi, diagnosi e terapia della rogna sarcoptica nella cavia provocata dall’acaro Trixacarus caviae.

cavia

Rogna sarcoptica cavia – Diciamo subito che il parassita cutaneo di più frequente riscontro nelle nostre cavie domestiche è l’acaro noto come Trixacarus caviae, quello che provoca la rogna sarcopita della cavia. Visto che provoca un prurito intenso, se notate che la vostra cavia di punto in bianco comincia a grattarsi furiosamente portatela subito dal vostro veterinario esperto di esotici, prima che si scorti del tutto. Questo perché altrimenti poi oltre a curare la rogna, toccherà curare anche le lesioni secondarie da autotraumatismo.

Rogna sarcoptica nella cavia: causa e sintomi del Trixacarus caviae

Come dicevamo, la rogna sarcoptica nella cavia è provocata dall’acaro Trixacarus caviae. Tecnicamente la cavia infestata potrebbe rimanere asintomatica per lunghi periodi, anche se di norma i sintomi compaiono dopo circa 3-5 settimane dal contagio. Il ciclo di vita del Trixacarus caviae dura dai 10 ai 14 giorni. Fondamentalmente le lesioni cutanee sono provocate dalla cavia stessa che, a causa dell’intenso prurito, si gratta ferendosi. La rogna sarcoptica è la causa di prurito più comune nella cavia.

I sintomi di rogna sarcoptica nella cavia sono:

  • forte prurito (a volte è così forte che sembra che la cavia abbia le convulsioni, esattamente come accade per la rogna del coniglio)
    • cute arrossata
    • papule
    • ulcere
    • escoriazioni
    • alopecia
    • ipercheratosi
    • lichenificazione
    • cute ispessita (questo nei casi cronici)
    • presenza di scaglie bianco-giallastre (questo nei casi cronici)

    Di solito le lesioni si notano di più su testa, spalle, dorso e fianchi, ma a volte sono generalizzate. Comune l’infezione batterica secondaria: se questa non viene trattata è causa di mortalità nella cavia. Inoltre potrebbe essere causa di aborto nelle cavie incinta. Fattori predisponenti possono essere condizioni di stress (da malattie concomitanti, ipovitaminosi C e vecchiaia).

    Rogna sarcoptica nella cavia: diagnosi e terapia del Trixacarus caviae

    Per quanto riguarda la diagnosi di rogna sarcoptica della cavia si fa tramite visita dal vostro veterinario e conferma dall’esame microscopico dei raschiati cutanei. Tuttavia non sempre è così facile evidenziare gli acari nei raschiati. Ciò vuol dire che spesso quando si vede una cavia con lesioni compatibili con la rogna, anche in caso di raschiato negativo si attua comunque la terapia.

    La terapia per la rogna sarcoptica della cavia deve essere prescritta e dosata dal vostro veterinario in quanto si deve utilizzare l’ivermectina, ma non essendoci in formulazione per cavie, bisogna dosare precisamente quella per grossi animali. Il trattamento di norma va ripetuto per almeno tre volte a distanza di 10-15 giorni ciascuna.

    Occhio che in teoria come tutte le rogne sarcoptiche, il Trixacarus caviae potrebbe provocare dermatite transitoria anche nell’uomo, anche se bisogna dire che non essendo noi gli ospiti preferenziali di questo acaro non sviluppiamo le stesse gravi lesioni delle cavie.

    La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

    Foto | 31072585@N02

    • shares
    • Mail