Fobia della macchina nel cane: cause, sintomi e terapia

La fobia della macchina nel cane, oltre la cinetosi: ecco cause, sintomi e terapia.

cane auto

Fobia della macchina nel cane – Abbiamo già parlato in precedenza della cinetosi nel cane e della fobia post traumatica da cinetosi, due patologie diverse, ma che spesso vengono confuse. E adesso passiamo allo step successivo e definitivo: la fobia della macchina nel cane. Questa è la paura vera e propria dell’auto, il cane non ha mal d’auto o non ha una paura scaturita da un mal d’auto e relativi sintomi, bensì ha paura dell’auto in sé. E’ rarissimo che il cane abbia solamente la fobia dell’auto: normalmente questa fobia si inserisce in un quadro più ampio e il cane è corredato di tutta una serie di altre fobie, notate o meno dal proprietario.

Fobia della macchina nel cane: cause e sintomi

La fobia dell’auto entra a far parte di quella che è nota come Sindrome da Privazione Sensoriale o Kennel Sindrome se siete anglofoni e preferite le diciture inglesi. Questa sindrome deriva da un problema sorto durante lo sviluppo comportamentale: il cane è incapace di mantenere costanti le proprie emozioni e quindi è anche incapace di sviluppare e mantenere coerenti le normali risposte fisiologiche a livello comportamentale quando quelle dell’ambiente cambiano.

Se il cane viene cresciuto in un ambiente con pochi stimoli ecco che non riesce a imparare a gestire correttamente le informazioni che gli arrivano dall’ambiente esterno. Questo succede soprattutto quando il cucciolo viene inserito in un ambiente con pochissimi stimoli dalla terza settimana di vita sino al terzo mese, anche al quarto, periodo nel quale l’apprendimento del cane è maggiore anche sul lungo periodo. Mi vengono per esempio in mente cani che per paure varie dei proprietari (paura di malattie, paura di incontri con altri cani o persone...) tengono il cane segregato in casa fornendogli così pochi stimoli.

In questo periodo il cane dovrebbe apprendere come capire e reagire correttamente agli stimoli esterni. Questo è anche il periodo in cui le sinapsi del cervello dovrebbero arrivare a maturazione. Se ciò non avviene nel periodo corretto, ecco che vanno incontro al fenomeno dell’apoptosi, la morte cellulare programmata di tutti quei neuroni che non sono stati usati per via della mancanza di stimoli giusti.

Tutto ciò è possibile se il cucciolo viene lasciato con la madre per il periodo di tempo giusto e non tolto troppo presto come spesso accade (poi la madre dovrebbe essere sostituita dal proprietario, quindi sarà sua cura fornire stimoli al cane). Cuccioli che sono vissuti in ambienti con pochi stimoli, che non hanno mai visto un auto o sentito il rumore del traffico ecco che facilmente fra le altre cose sviluppano la fobia dell’auto.

Se non ci si accorge subito della fobia del cane verso l’auto, se lo si aiuta nella maniera sbagliata, ecco che il cane non sapendo come reagire all’auto si sensibilizza sempre più, sviluppa una forma di anticipazione emozionale ed ecco che oltre alla fobia dell’auto avremo anche la fobia post traumatica da cinetosi.

Fobia dell’auto nel cane: terapia

La terapia della fobia dell’auto nel cane è più complessa di quella della fobia post traumatica da cinetosi in quanto il cane non avrà solo la fobia dell’auto, ma soffre di una forma più o meno grave di Sindrome da deprivazione sensoriale. In generale il cane non sa come affrontare gli stimoli con l’ambiente esterno perché da piccolo non gli sono mai stati presentati e nessuno gli ha insegnato come doveva affrontarli.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 133374862@N02

  • shares
  • Mail