Cavie e problemi ai denti: cosa si può fare?

Sono frequenti i problemi ai denti nelle cavie?

cavie-problemi-ai-denti.jpg

Gioia e dolori: avere un animale significa vederlo sano, felice e pimpante, ma significa anche doverlo curare e assistere se sta male.

Uno dei problemi maggiormente riscontrati nella gestione delle cavie sono i problemi ai denti. Partiamo dalle basi, ossia cosa date da mangiare alla vostra cavia? Se avete acquistato una cavietta e ahimè il negoziante vi ha dato un bel paccone di granaglie, potete fare immediatamente una cosa: buttare tutto quanto direttamente e prendere tantissimo fieno di buona qualità, verde e profumato. Le cavie mangiano fieno in abbondanza, bello fibroso e che lima i dentini, e verdure di cui, la verdura principe è il peperone che contiene vitamina C che le cavie non sintetizzano. Se siete quindi fortunati e il danno ai denti non è notevole, con l'alimentazione corretta si dovrebbe tornare ad un buon allineamento della masticazione.

Ci sono poi le cavie sfortunelle, sebbene mangino correttamente: ci sono piccini a cui si spezzano facilmente i dentini, o piccoli che "perdono la linea" di masticazione, avendo poi problemi agli incisivi o ai molari. In casi meno gravi è possibile far limare i dentini da un veterinario esperto in animali esotici, ma se i problemi persistono si deve per forza correre ai ripari in altro modo. Ci sono stati casi di estrazione di incisivi (anche se l'operazione non è per nulla semplice), mentre per quanto riguarda i molari si entra in un circolo vizioso da cui è complesso uscire. Se la cavia ha una crescita irregolare, i denti lunghi tagliano la guancia o la lingua provocando dolore, in conseguenza la cavia smette di mangiare. Si procede alla limatura ma la cavia, per il dolore, non riprende immediatamente a mangiare, facendo ahimè nuovamente ricrescere i dentini di una lunghezza irregolare. In questo modo si deve ricominciare da capo.

Ricordiamo comunque che, il primissimo passo per far avere meno problemi possibili alla cavia è darle il cibo corretto, farle fare movimento in uno spazio adeguato e farla seguire con controlli periodici da un veterinario esperto in animali esotici.

  • shares
  • Mail