Malformazioni congenite nel furetto: un caso

Uno studio ci spiega quali siano le malformazioni congenite multiple viste in un furetto.

furetto bianco

Malformazioni congenite nel furetto – Che ne dite se oggi andiamo a parlare di malformazioni congenite nel furetto? Grazie al recente studio dal titolo "Multiple congenital malformations in a ferret (Mustela putorius furo)", Dario d’Ovidio; Raffaele Melidone; Giacomo Rossi; Sara Albarella; Emilio Noviello; Alessandro Fioretti; Leonardo Meomartino. J Exotic Pet Med. January 2015; 24 (1): 92–97 si è parlato delle malformazioni congenite multiple evidenziate purtroppo in un furetto. Eccole.

Malformazioni congenite nel furetto: quali erano?

Il caso era questo. Un furetto maschio di soli due mesi veniva portato a visita a causa di ematuria e pollachiuria (in pratica urinava sangue e urinava poco e spesso). Alla visita clinica il veterinario riscontrava subito un’anomala assenza della coda e dei genitali esterni, con anche la presenza di un ano chiaramente malformato.

Gli esami procedono e con una radiografia dell’addome, un’urografia escretoria e anche un’ecografia completa si rivelava anche una displasia del rene destro. Si procede dunque con un esame radiografico con mezzo di contrasto dell’ano dove si evidenziava una struttura simile a una cloaca in pratica. Il tutto ovviamente con il consenso e la disponibilità del proprietario del furetto.

Malformazioni congenite nel furetto: compatibili con la vita?

A causa di tutte queste alterazioni e malformazioni congenite, la prognosi era chiaramente infausta e anche una chirurgia ricostruttiva sarebbe stata altamente rischiosa (comunque sul rene displastico non si poteva fare nulla). Al che il proprietario decideva di porre fine alle sofferenze del furetto, chiedendo poi un’autopsia.
L’autopsia confermava quanto già diagnosticato: c’era la presenza di una cloaca (che normalmente siamo abituati a vedere nelle tartarughe e negli uccelli e non certo nei mammiferi) nella quale finivano l’uretra, l’utero e il colon discendente. Inoltre si confermava anche la displasia renale.

Va da sé che si tratta di un caso limite, di non frequente riscontro, ma che sottolinea come a volte, in caso di alterazioni congenite multiple, ci sia incompatibilità con la vita. Difficile invece stabilire se si sia trattato di un caso isolato o se provocato dalla linea genetica. In quest’ultimo caso, infatti, per sicurezza andrebbero esclusi i genitori dalla riproduzione onde minimizzare i rischi di mettere al mondo altri furetti con tali gravi malformazioni incompatibili con la vita.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | isacosta

Via | Journal of Exotic Pet Medicine

  • shares
  • Mail