Perchè dare un habitat adeguato al criceto è importante?

Come mai dare un habitat adeguato al criceto è importante?

alloggio-adeguato-winter-white.jpg

Spesso leggete in giro delle misure minime (davvero "ridicole" in Italia rispetto ad altri paesi, quali la Germania dove o hai 1 metro di habitat o niente criceto!-giustamente-) per l'accoglienza di un singolo criceto, ed è piuttosto grave che le persone ancora non si informino e non le rispettino. Oggi è tutto a portata di un click, acquisti presso siti affidabili compresi, inoltre ci vuol davvero una spesa minima per sistemare al meglio un criceto. Detto questo non è che se approdate in un gruppo o simili e le persone vi dicono che un habitat non è adeguato ma è un "trasportino" si divertono: il loro inquietante passatempo non è infatti aspettare al varco una persona con gabbia non idonea e ripeterglielo. Ebbene no, è semplicemente una persona informata che tiene al bene della creatura e vorrebbe vederla sistemata e felice. Cosa è necessario per questo? Ahi ahi, ma allora ancora non vi siete informati, nevvero? Per un criceto nano winter white un habitat di base di almeno 60x40 cm, per un roborowskij di almeno 70x40 cm e per un dorato di almeno 80x50 cm. Oltre a questo un bel fondo di lettiera scavabile (no no, non pellet e non tutolo ma SCAVABILE) di canapa o lino o cellulosa vanno benissimo. D'altra parte cosa fanno i criceti in natura: corrono, mangiano, dormono, scavano e formano tunnel! E diamogli questa possibilità, giusto? Un ultimo dettaglio: i criceti nati e cresciuti in cattività vivono IN CASA, non vanno in letargo e non corrono nei prati(dove passa un bel volatile o un bel gatto e se li porta via, o dove vi sfuggono e si danno alla macchia in breve tempo scomparendo alla vista).

  • shares
  • Mail