La strage di animali a Spinea è stata opera delle volpi

Emergono i primi chiarimenti in merito alla strage avvenuta nei giorni scorsi presso l’oasi faunistica “Sos Natura” di Spinea. A causare la morte degli animali potrebbero essere state delle volpi.

Strage di animali a Spinea - Sono emersi i primi chiarimenti in merito alla strage che ha provocato la morte di centotrenta animali presso l’oasi faunistica “Sos Natura” di Spinea. Se in un primo momento si era pensato che i colpevoli fossero dei vandali, che avevano ucciso coniglietti, anatre, anatroccoli ed altri animali indifesi, adesso a far luce sulla vicenda sarebbero stati i membri delI’Istituto Zooprofilattico di Legnaro, in provincia di Padova, secondo i quali le colpevoli di questa strage sarebbero invece delle volpi. Secondo gli esperti, sembrerebbe infatti che le lesioni riscontrate nelle vittime siano compatibili con i morsi di un canide di piccola taglia. A confermarlo vi sarebbe anche il fatto che una delle carcasse sarebbe stata trovata in parte divorata sul posto.

Le analisi avrebbero inoltre rilevato la presenza di escrementi diversi rispetto a quelli normalmente lasciati dagli animali ospitati nell’oasi, probabilmente si trattava dunque di escrementi di volpi. Infine, i carabinieri non avrebbero trovato tracce di scarpe diverse da quelle del fondatore della struttura Enrico Piva, per cui si suppone che nessun altro essere umano si sia introdotto nella struttura.

Sos Natura Spinea


Foto | da YouTube
via | Il Fatto quotidiano

  • shares
  • Mail