Stereotipia nel cane: cause, sintomi e terapia di questa patologia comportamentale

Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia della stereotipia nel cane, frequente patologia comportamentale su base ansiosa.

cane cucciolo

Stereotipia nel cane – Torniamo a parlare di patologie comportamentali nel cane, oggi andremo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia della stereotipia nel cane. In generale la stereotipia viene definita come un comportamento regolare, ripetitivo, sempre uguale che viene messo in atto spesso e che non sembra avere alcuno scopo. Il cane non lo mette in atto per avere qualcosa in cambio e per essere bloccato deve arrivare uno stimolo esterno. E’ un comportamento differente da quello di sostituzione.

Stereotipia nel cane: cause e sintomi

Il comportamento di stereotipia nel cane si manifesta sia quando ci sono i proprietari in casa sia quando non ci sono. Durante tutto il comportamento il cane sembra essere distaccato da ciò che accade nell’ambiente. Come anticipavamo, la stereotipia nel cane riconosce comunque alla base un comportamento ansioso del cane.

Tipiche forme di stereotipia nel cane sono:

  • il cane che gira in tondo su se stesso di continuo
  • il cane che si insegue e morde la coda
  • salti sul posto con abbaio ritmico all’atterraggio
  • il cane che fa sempre lo stesso percorso, avanti e indietro

Oltre a uno stato ansioso di base, anche ambienti privi di stimoli possono portare il cane a soffrire di queste patologie. Quindi cani tenuti in box troppo stretti, alla catena, che non vengono mai portati in passeggiata, che interagiscono con i proprietari pochissimo per scelta di questi ultimi possono essere portati a sviluppare forme di stereotipie.

Il cane probabilmente si annoia, entra in uno stato d’ansia, cerca di sfuggire a una situazione dalla quale non può fuggire e quindi mette in atto questi comportamenti che col passare del tempo diventano rituali e ripetitivi. Qualcuno ha anche ipotizzato una predisposizione genetica allo sviluppo delle stereotipie.

Esiste poi la forma di stereotipia da costrizione che colpisce soprattutto le razze da lavoro, Pastore tedesco, Pastore belga e cani da caccia. In pratica si tratta di cani che subiscono periodi di addestramento per un certo lavoro o che vengono rinchiusi in box piccoli o messi alla catena dopo fasi di attività e libertà o che hanno trascorso i primi mesi di vita in ambienti con pochi stimoli.

Stereotipia nel cane: diagnosi e terapia

Se il vostro veterinario sospetta la presenza di una stereotipia nel cane, vi consiglierà probabilmente una visita dal veterinario comportamentalista: di sicuro c’è qualcosa nella sua gestione e educazione che non va bene, altrimenti non avrebbe sviluppato questo problema.

Starà al veterinario comportamentalista stabilire come risolvere sia la gestione (vedi box troppo stretti, cani tenuti alla catena, cani tenuti in ambienti poco stimolanti, cani che non vengono mai portati in passeggiata) e l’educazione del cane (spiegare al proprietario cosa fare e cosa non fare per evitare manove sbagliate che finiscono solo per aumentare lo stato ansioso del cane).

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 142851632@N07

  • shares
  • Mail