Dermatite responsiva alla vitamina A nel cane: cause, sintomi e terapia

Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia della dermatite responsiva alla vitamina A nel cane.

cane foto

Dermatite responsiva alla vitamina A nel cane – Oggi parliamo di una dermatite particolare del cane, la dermatite responsiva alla vitamina A. A dire il vero si tratta di una rara patologia cutanea che fondamentalmente è caratterizzata da seborrea ipercheratosica che risponde all’integrazione con vitamina A. Una precisazione: la dermatite va diagnostica dal veterinario o da un veterinario dermatologo prima di cominciare ad imbottire il cane di vitamina A. Questo perché un’ipervitaminosi A provoca gravi sintomi, da evitare.

Dermatite responsiva alla vitamina A: cause e sintomi

Come dicevamo, la dermatite responsiva alla vitamina A è una forma di seborrea ipercheratosica che risponde alla somministrazione di vitamina A. Di norma non è provocata da una carenza sistemica di vitamina A, ma piuttosto da una carenza di vitamina A localizzata a livello della cute, da disordini nel suo utilizzo a livello cutaneo o l’effetto farmacologico di alte dosi.

I cani a differenza dei gatti hanno la capacità di convertire i precursori della vitamina A in vitamina A attiva. Le forme più comuni di precursori della vitamina A che si trovano nel cibo sono il retinolo. Grandi quantità di retinolo si trovano nell’olio di fegato di merluzzo e nel fegato degli animali.

La dermatite responsiva alla vitamina A è stata riportata in cani di razza Cocker spaniel, Setter gordon, Labrador retriever, Schnauzer nani e Shar-Pei. I sintomi di solito compaiono al di sopra dei tre anni di età e sono rappresentati da:

  • seborrea ricorrente
  • mantello secco
  • alopecia
  • comedoni
  • placche di seborrea molto evidenti su torace e addome
  • otite esterna
  • prurito

Dermatite responsiva alla vitamina A: diagnosi e terapia

Per quanto riguarda le diagnosi differenziali della dermatite responsiva alla vitamina A dobbiamo ricordare:

Normalmente la situazione migliora se si supplementa la dieta di questi cani con acidi grassi in modo da aiutare i difetti di cheratinizzazione. Anche gli appositi shampoo medicati possono aiutare ad eliminare la seborrea, mentre le infezioni batteriche secondarie vanno trattate con appositi shampoo, disinfettanti o antibiotici a seconda della gravità della situazione.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | familymwr

  • shares
  • Mail