Cucciolo di 2 mesi che ancora sporca ancora in giro...

... è assolutamente normale, è ancora piccolo. Spieghiamo ancora una volta qualche concetto relativo a come e quando i cuccioli di cane imparano a sporcare non in giro, ma in passeggiata.

cucciolo

Arrivano parecchie email sulla posta di Petsblog o richieste di aiuto sulla pagina Facebook di Petsblog relative a cuccioli di 2-3-4 mesi che "ancora" sporcano in giro di notte, di giorno, che non riescono a trattenere feci e urine per 5-6-8 ore di fila, che sporcano dove capita in giro per casa, che non hanno imparato in due giorni che sono in casa a farla dove il proprietario vuole. Forse ancora non è ancora ben chiaro il concetto di educazione del cane: al cane va insegnato a fare ogni cosa, non può imparare telepaticamente e magicamente cosa vogliamo che faccia e di sicuro non lo farà in due giorni.

Se già sapete che non potrete tollerare di passare la giornata a pulire dove il cucciolo di cane sporca, se siete convinti che in tre giorni che avete il cane in casa lui imparerà dove deve sporcare, a non abbaiare per richiedere attenzione, a non distruggere casa, se per voi prendersi cura di un cane vuol dire dargli solo amore e non dargli regole e impegnare tempo nella sua educazione, se già sapete che non avete tempo per uscire in passeggiata 3-4 volte al giorno, allora forse dovreste rivedere la vostra idea di convivere con un cane.

A che età il cucciolo impara a non sporcare in casa?

Tutti si lamentano di cuccioli di 2-3 mesi che "ancora" non riescono a sporcare sempre e precisamente nella traversina. Vi rendete conto che stiamo parlando di cuccioli di 2-3 mesi? Quando tempo ci impiega un essere umano a sporcare nel vasino? Mesi e mesi. Perché mai un cucciolo in poche settimane dovrebbe riuscirci?

E’ assolutamente normale che un cucciolo di quell’età non riesca sempre a sporcare nella traversina o non riesca a trattenersi fino a quando non esce in passeggiata o non riesca a trattenersi tutta la notte: sfinteri, vescica e intestino ancora non sono capaci di trattenersi tanto, gli state chiedendo l’impossibile.

La cosa migliore sarebbe insegnare al cane a farla sempre fuori, in passeggiata, ma essendo così piccolo vorrebbe dirlo portarlo di continuo fuori. Solo che poi c’è anche la questione dei vaccini. Di solito si vicaria inserendo una traversina o dei giornali per tamponare la situazione fino a quando il cane non potrà essere portato fuori spesso e in sicurezza. Ovviamente anche così il cane ogni tanto sbaglierà mira, l’importante è evitare di pulire con lui presente affinché non lo prenda come un gioco e evitare di inveire contro di lui quando si trovano feci e urina in giro, serve solo ad aumentare lo stress presente in casa, a mandare in ansia il cane e magari ad insegnargli a mangiarsi le feci perché ha paura delle vostre sgridate.

Non appena il veterinario dà il via libera, si trasporta gradualmente quel panno verso l’uscita, lo si fa uscire di casa, lo si riduce gradualmente di dimensioni fino ad eliminarlo del tutto. Premiando costantemente il cane quando la fa nel posto giusto (rinforzo positivo), evitando che la passeggiata diventi fonte di stress e non riportando il cane subito a casa non appena ha sporcato altrimenti potrebbe imparare a trattenerla per stare più tempo fuori.

Cosa fare?

Semplice: non pretendere che il cane possa imparare a fare tutto ciò che vogliamo in breve tempo e magari senza neanche passare dieci minuti al giorno ad educarlo. Al cane dobbiamo insegnare a fare le cose con gradualità e con pazienza, impegnandoci quotidianamente nella sua educazione. E se già sappiamo di non avere voglia/pazienza/tempo di pulire dove sporca, se non si riesce a capire che la mente del cane non funziona come la nostra, allora magari prima di prendere un cane con noi conviene documentarci meglio per evitare di creare cani infelici e stressati e evitare di stressare voi stessi. E se il problema già c’è, se da soli non siete riusciti a risolverlo, allora ci sono gli educatori cinofili e i veterinari comportamentalisti che possono insegnarvi come gestire correttamente il cane, come correggerlo nel modo giusto, come educarlo e cosa fare e cosa non fare con lui.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | cmartin82

  • shares
  • Mail