Estate e cura dei conigli: quando e perchè andare dal veterinario

Quali sono i problemi estivi dei conigli?

conigli-in-estate.jpg

Conigli ed estate: due parole che non vanno molto d'accordo. Ci sono un po' di precauzioni da prendere perchè l'animale stia bene, al sicuro e in salute. Prima di tutto se il coniglio vive in esterna attenzione a
-colpi di calore (controllate che abbia un riparo all'ombr e aggiungete delle bottiglie di acqua ghiacciata avvolte in un panno da cambiare quando sciolte)
-eventuali piogge forti, vento forte e sbalzi di temperatura (il coniglio va tutelato e protetto, non può passare da 30 gradi a 15)

Se non avete sott'occhio l'animale tutto il giorno verificate bene quando è in muta: in questi momenti va spazzolato così da evitare che ingerisca troppo pelo e vada in blocco. La muta in genere con questo tempo "pazzerello" non è più regolare, spesso quindi troverete che il coniglio fa piccole mute oltre alle 2 grosse annuali.

ATTENZIONE: tutti questi fattori contribuiscono a che il coniglietto sia maggiormente a rischio. Vi ricordo che è fondamentale intervenire tempestivamente: se un animale è in esterna non significa che non debba essere controllato a dovere come se fosse in casa. Non riuscite? Portatelo in casa! Ricordiamoci che un blocco intestinale è grave e si necessitano cure e medicinali prescritti dal veterinario, un blocco gastrico è ben più grave e c'è ancora meno tempo da perdere. A volte l'incolumità del vostro animale dipende da un vostro intervento: è questione di ore. Questo serva per dire che in casa o fuori casa un animale deve tassativamente esser tenuto sotto stretto controllo, non si deve solo guardare quei 5 minuti in cui gli si porta da mangiare.

  • shares
  • Mail