Malformazioni dentali nel coniglio: c’è correlazione con i fattori ambientali e genetici?

Uno studio ha cercato di mettere in luce l’eventuale correlazione fra fattori ambientali e genetici e lo sviluppo di malformazioni dentali nel coniglio.

coniglio

Malformazioni dentali nel coniglio – Vi siete mai chiesti se ci sia correlazione fra i fattori ambientali, quelli genetici e lo sviluppo di malformazioni dentali nel coniglio? Se non lo avete fatto, ci hanno pensato gli autori dello studio dal titolo "Genetic and environmental factors influencing tooth and jaw malformations in rabbits", A. K. Korn, et al. Veterinary Record. Online First. 2016. Andiamo a vedere cosa hanno scoperto.

Malformazioni dentali nel coniglio: fattori ambientali e genetici?

Lo studio in questione ha preso in esame le anomalie dentali di 181 conigli appartenenti a dieci razze differenti. Lo studio ha cominciato a prendere in esame i conigli sin dai 3 mesi di vita, arrivando fino a crescita ultimata. Tutti i conigli in questione vivevano in strutture all’aperto, avevano libero accesso ad acqua e fieno e in aggiunta venivano nutriti con mangimi sotto forma di pellet.

Nel 38% degli esami clinici effettuati si notava un gap fra gli incisivi mandibolari. Successivamente veniva effettuata una radiografia del cranio in quattro conigli adulti, in quindici loro discendenti con sintomi di malocclusione dentale e in dodici fratelli apparentemente sani. Curiosamente dal punto di vista anatomico venivano rilevati problemi dentali anche nei conigli che dal punto di vista clinico sembravano sani.

Malformazioni dentali nel coniglio: cosa vuol dire?

Lo studio ha dimostrato come lo sviluppo di malformazioni dentali nel coniglio dipenda di sicuro dall’età, il che vuol dire tenere sotto controllo i conigli sin da piccoli e durante lo sviluppo. E possibilmente togliere dalla riproduzione i conigli che mostrano segni di malattia. Questo perché la predisposizione a sviluppare malformazioni dentali sembra avere una forte componente ereditaria. Infatti ci sono determinate razze e linee di sangue nelle quali è più facile trovare di queste malformazioni. Quindi tenete sotto controllo i conigli sin da piccoli: se si può lavorare sull’alimentazione corretta, sui fattori genetici è più difficile lavorare (a meno di non ricordarsi di eliminare i conigli dalla riproduzione quando ci sono evidenze di patologie dentali e malocclusione).

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | nstawski

Via | The Veterinary Record

  • shares
  • Mail