• Petsblog
  • Cani
  • Cane pauroso o insicuro: cosa fare e cosa non fare

Cane pauroso o insicuro: cosa fare e cosa non fare

Cane pauroso o insicuro: cosa fare e cosa non fare

Se avete un cane pauroso o insicuro ecco cosa iniziare a fare e soprattutto cosa non fare.

Cane pauroso o insicuro – Ci sono cani più sicuri e cani più insicuri e nervosi, spesso paurosi. Questi ultimi cani vanno aiutati nella maniera giusta a ritrovare sicurezza in loro stessi. Qui andremo a parlare delle cose di base da fare quando si ha un cane pauroso o insicuro, quelle che già dovreste mettere in atto. Ma questo probabilmente non basterà: avrete bisogno probabilmente del supporto di un veterinario comportamentalista o di un educatore cinofilo per riuscire a migliorare l’indole del cane.

Cane pauroso o insicuro: cosa fare

Spesso arrivano email di proprietari che hanno appena preso un cane, cucciolo o adulto, dal canile o da un allevamento e che lamentano il fatto che il cane si va sempre a nascondere sotto qualcosa, non vuole interagire con le persone, sta sempre nascosto per i fatti suoi, si impunta e non vuole uscire in passeggiata, trema o assume sempre atteggiamenti di sottomissione eccessivi.

Ecco, se avete un cane del genere avete un problema da risolvere che non può essere risolto con i due consigli dati su internet. I consigli non hanno la stessa valenza di una terapia comportamentale o di un piano rieducativo-cognitivo che è quello di cui ha bisogno il cane. E’ un po’ come pretendere di aggiustare quel rumorino dell’auto con dei consigli: senza il meccanico non andate letteralmente da nessuna parte.

Questi sono i principali sintomi che indicano un cane pauroso o insicuro:

  • il cane si nasconde di continuo sotto i mobili o anche sotto le coperte
  • non lo si vede mai in giro intento a esplorare o curiosare, comportamenti normali di un cane sicuro
  • si mette sempre in posizione di sottomissione davanti alle figure dominanti, quindi sta a pancia all’aria o cammina con il ventre a terra
  • trema e si nasconde al minimo rumore
  • non vuole uscire in passeggiata e quando riuscite a trascinarlo fuori si impunta
  • possibili morsi da paura o insicurezza
  • non vuole mangiare o bere quando c’è qualcuno che lo guarda
  • se nota lo sguardo di qualcuno, si immobilizza
  • non vuole mai incrociare lo sguardo
  • piagnuola spesso
  • comportamento di autoleccamento fino a lesionarsi

Per cercare di dare più sicurezza al cane, è inutile forzarlo. Cercate di invogliarlo a uscire dal suo nascondiglio. E per invogliarlo non intendo tirarlo dal collare, strattonarlo o urlargli di uscire, manco io uscirei se avessi un pazzo furioso che si comporta così con me. Piuttosto dandogli le spalle mettetevi a giocare con un giochino per conto vostro in mezzo alla stanza, mostrategli che vi state divertendo un sacco senza fare movimenti bruschi e senza urlare in modo che si spaventi. Poi dopo un po’ andate via e lasciate il giochino lì. Fate questo periodicamente, dopo un po’ il cane dovrebbe incuriosirsi e potrebbe cominciare a voler esplorare il motivo di tanto divertimento.

Non cercate poi mai di tirarlo fuori a forza, mettetegli un bocconcino di cibo davanti all’uscita del nascondiglio e sedetevi per terra dandogli le spalle e facendo altro. Se dopo un po’ non esce, con calma vi alzate e togliete il bocconcino. Rifate mille e più volte questa manovra fino a quando lui non avrà capito che non rappresentate un problema e uscirà spontaneamente prima per mangiare il bocconcino e poi piano piano per avvicinarsi a voi.

Non avvicinatevi mai di fronte, non mettetegli una mano sulla testa, ma avvicinatevi di lato, in maniera calma e tranquilla. Grattatelo sotto il mento e non fissatelo. Se in presenza di altri cominciate a vedere che si sta spaventando, mettetevi fra lui e la fonte della sua ansia: è quello che fanno i cani per proteggersi fra di loro.

Cane pauroso e insicuro: cosa non fare

Ricordatevi che non migliorerete il carattere di un cane pauroso e insicuro in poche ore o giorni, ci vorranno probabilmente settimane o mesi di lavoro costante. Se pretenderete la velocità, se vi innervosirete perché tutto non va come volete in breve tempo, non otterrete nessun risultato. Ogni volta che il cane vi sentirà frustrati o nervosi, azzererete tutti i risultati ottenuti finora. Dovete conquistare per gradi la fiducia del cane, non ottenerla con l’imposizione.

Quello che non dovete fare è:

  • come vi dicevo prima, trascinare un cane fuori dal suo nascondiglio
  • urlare o gesticolare in sua presenza
  • toccarlo sulla testa o sul dorso
  • coccolarlo quando ha paura (quindi se ha paura non guardatelo, non toccatelo e non parlategli)
  • avvicinarvi frontalmente o incombere su di lui dall’alto in basso
  • se si è messo in posizione di sottomissione a pancia all’aria non coccolatelo, rafforzereste la sua paura. Un conto è un cane a pancia all’aria felice, allegro, che scodinzola gioioso: lui sì che va coccolato. Ma se è immobilizzato a pancia all’aria dalla paura, non va incrementata la sua fobia

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | emeryway

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Dogs know that smile on your face