Tossicità da antibiotici nelle cavie: cause e sintomi

Ecco i principali sintomi da tossicità da antibiotici nelle cavie. Anche noto come “evitate il fai-da-te” nella somministrazione di antibiotici nei porcellini d’India.

cavia

Tossicità da antibiotici nelle cavie – Le cavie sono molto sensibili agli effetti degli antibiotici, hanno una flora batterica intestinale diversa da quella di cani, gatti o esseri umani e quindi se si usano determinati tipi di antibiotici senza essere a conoscenza di questa peculiarità si rischia di uccidere la propria cavia. E’ inutile girarci intorno: se date di testa vostra antibiotici alla cavia e usate uno di quelli proibiti avete letteralmente ammazzato la vostra cavia. Andiamo dunque a vedere quali siano le cause e i sintomi di tossicità da antibiotici nelle cavie.

Tossicità da antibiotici nelle cavie: cause e sintomi

Come abbiamo detto, la flora intestinale delle cavie è diversa da quella di cani e gatti (esattamente come succede nel coniglio, nel cincillà...) e se si danno determinati tipi di antibiotici si uccidono i "batteri buoni" favorendo una letale crescita di quelli nocivi. A questo poi ci aggiungiamo che purtroppo spesso le cavie non sono alimentate correttamente, sono in perenne carenza di vitamina C ed ecco che la situazione precipita nel giro di pochissimo tempo.

Fra i principi attivi degli antibiotici tossici per le cavie ricordiamo:

  • penicilline
  • cefalosporine
  • ampicillina
  • lincomicina
  • clindamicina
  • vancomicina
  • eritromicina
  • tilosina
  • tetraciclina
  • clortetraciclina
  • streptomicina
  • diidrostreptomicina

Occhio che anche le pomate e i prodotti topici che contengono queste molecole sono tossiche per le cavie. I sintomi da tossicità da antibiotici nelle cavie sono:

  • diarrea
  • anoressia
  • disidratazione
  • ipotermia
  • abbattimento
  • dolori colici
  • enterotossiemia fatale
  • morte

Tossicità da antibiotici nelle cavie: cosa fare?

In realtà sarebbe meglio dire cosa non fare: evitate di dare antibiotici alle cavie senza supervisione del veterinario, le lacrime di coccodrillo dopo quando ormai la cavia è morta non servono a nessuno. La diagnosi avviene a seguito di visita clinica, se avete dato dell’antibiotico alla cavia ditelo al veterinario perché il nascondergli informazioni potrebbe rallentare la diagnosi o sviarla e chi ci va di mezzo è sempre la cavia. Non esiste terapia specifica, si attua terapia di sostegno sperando che la cavia nel frattempo non muoia, ma in questo caso il tasso di mortalità è altissimo.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | leszekleszczynski

  • shares
  • Mail