Gatto con ansia da luogo chiuso e marcatura emozionale

Cosa si intende con gatto che soffre di ansia da luogo chiuso? Andiamo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia di questa malattia comportamentale.

gatto

Gatto con ansia da luogo chiuso – Ci sono diverse patologie e sindromi comportamentali che possono colpire i nostri gatti. Spesso i proprietari tendono ad ignorare questi comportamenti attribuendoli al cattivo carattere del gatto, ma in realtà potrebbero nascondere patologie comportamentali vere e proprie, a volte associate fra di loro. Prendiamo il caso del gatto che soffre di ansia da luogo chiuso: in realtà questo problema può condurre alla lunga a una minzione inappropriata di tipo emozionale. Quindi gatto che viene portato "perché fa i dispetti e mi fa la pipì per casa", ma che in realtà nasconde una forma di ansia generalizzata causata da diversi fattori. E se non si identificano correttamente tutti i fattori non si riesce a curare il gatto.

Ansia da luogo chiuso nel gatto: cause e sintomi

Di solito il proprietario in questi casi porta il gatto a visita o perché sta facendo pipì in giro ovunque dove non deve o perché ha cominciato ad aggredire in maniera predatoria i proprietari. I sintomi descritti sono:

  • marcatura in luoghi inappropriati
  • forte agitazione del gatto all'alba e al tramonto (il gatto corre come impazzito per tutta casa, fa salti assurdi sui mobili e sui muri)
  • aggressione a carico del proprietario

In generale si tratta di gatti che hanno più di un anno di età: questo perché tali comportamenti vengono considerati normali nei gattini più piccoli in quanto vengono scambiati per gioco. Quando però il gatto persiste in questi atteggiamenti ecco che il proprietario di solito mette in atto punizioni non corrette, non adatte e che finiscono solo col peggiorare la situazione, provocando ansia nel gatto.

L'ansia, inizialmente intermittente, diventa poi persistente fino ad arrivare alla minzione emozionale. Questo vuol dire vedere anche urinare il gatto nel momento in cui aggredisce il proprietario o quando sta subendo una punizione, sia verbale che fisica.

Ansia da luogo chiuso nel gatto: cosa fare?

Esattamente come per tutte le altre malattie, per curare una forma di marcatura emozionale da ansia da luogo chiuso nel gatto ci va uno specialista, quindi un veterinario comportamentalista. Questo perché se arrivate al punto di chiedere aiuto al vostro veterinario, vuol dire che col vostro sistema educativo e di punizioni non siete riusciti a risolvere il problema (anzi, in media lo si è peggiorato), per questo avete bisogno di qualcuno che inquadri correttamente la patologia del gatto, ne evidenzi tutti gli aspetti, anche quelli che non vedete e che imposti con voi un piano rieducativo-cognitivo.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | mundoworldmonde

  • shares
  • Mail