Sterilizzazione cavie femmine: sì o no?

Le cavie femmine devono essere sterilizzate?

sterilizzazione-cavia-femmina.jpg

Sappiamo molto bene a quali pericoli si va incontro se non si sterilizza un animale, in particolare le femmine possono essere soggette a piometra, prolasso dell'utero, tumori dell'utero, cisti ovariche, tumori mammari etc etc.

Spesso, con una operazione preventiva, si evitano questi gravissimi problemi ad una cavia, tuttavia bisogna valutare vantaggi e svantaggi di tale operazione. Premettiamo che è consigliabile operare un soggetto giovane e sano e che non ha mai avuto problemi, rispetto ad una cavia già più in là con l'età. Una cavia vive 6-8 anni, quindi è chiaro che a 2 o 3 anni ancora può essere considerata piuttosto giovane! L'ideale sarebbe comunque operare prima del compimento del primo anno di vita, MA ovviamente dopo uno sviluppo completo, quindi dai 6 mesi di età.

Una operazione di routine riguarda il caviotto maschio: l'anestesia è molto breve e ha una ripresa in genere rapidissima. Per le femmine ora c'è una tecnica che consiste in due piccoli tagli laterali sui fianchi, da cui poi si "sfilano" le ovaie. Questa operazione è molto più breve e non comporta grossi pericoli per l'animale rispetto alla precedente operazione che si faceva, incidendo invece sotto, con un taglio più lungo. La posizione laterale inoltre favorisce un cicatrizzazione più rapida e una guarigione più veloce rispetto ad una ferita sotto l'addome, considerando che le caviette in genere "strisciano" con la panciotta e spesso dormono nei loro bisogni che, certamente, non aiutano a mantenere la zona pulita.

Personalmente sono sempre a favore della prevenzione: un'operazione ha sempre i suoi pericoli, comporta l'anestesia ma pensate poi se all'animale viene un tumore. In quel caso l'operazione sarà molto più lunga e complicata. Sto ovviamente parlando di persone responsabili, che prendono un animale e lo tengono controllato presso un veterinario esperto in animali esotici: ricordiamoci infatti che TUTTI gli animali necessitano controlli periodici e cure specifiche.

  • shares
  • Mail