Ecografia addominale: ricordatevi di portare il pet a digiuno

Se avete prenotato dal vostro veterinario un'ecografia addominale, ricordatevi di portare il pet a digiuno.

cane cibo

Ecografia addominale – Troppo spesso capita che quando si porta un cane o gatto per fare un'ecografia addominale, al veterinario tocchi tirare giù virtualmente tutti i santi del cielo perché lo stomaco e l'intestino strapieno di cibo ti impediscono di vedere tutto il resto degli organi addominali. Sembra quasi una legge di Murphy del veterinario: se il cane o gatto non mangiano da due settimane, stai sicuro che l'unico momento in cui introducono una quantità di cibo cospicua è subito prima di dover fare un'ecografia addominale.

Ecografia addominale: perché è importante il digiuno?

Il problema è che se il cane o il gatto ingerisce una grande quantità di cibo nello stomaco, questi sarà bello disteso, pieno e coprirà tutta la parte craniale dell'addome, in parte per il cibo contenuto e in parte per il gas. Infatti anche il gas, come il cibo, ha la particolarità di coprire e nascondere tutto il resto degli organi. Inoltre è possibile che parecchio cibo e gas siano presenti anche nel resto dell'intestino, quindi si finisce con il non riuscire a vedere nulla neanche caudalmente.

Questo vuol dire non riuscire a valutare bene le pareti dello stomaco, ma neanche la struttura degli altri organi. Immaginiamo di sospettare un tumore alla milza: se non è enorme e il 90% della milza è coperto dal gas e dal cibo nello stomaco, quell'ecografia sarà inutile e dovrete tornare una seconda volta.

Ecografia addominale: quanto tempo di digiuno far fare?

Sarebbe meglio se il cane o il gatto fossero a digiuno da 8 ore, se sono dodici ancora meglio perché a volte ci sono cani e gatti con la digestione particolarmente lenta e rischi di trovarti ancora il cibo del pasto precedente nello stomaco. O questo o non ve ne siete accorti e il cane si è fregato qualcosa da mangiare mentre pensavate che stesse facendo il digiuno. Con l'acqua invece non ci sono problemi, anzi, se riuscite ad evitare che urini appena arrivati in ambulatorio sarà più facile valutare anche la vescica: se gliela fate svuotare per bene prima di entrare il veterinario non riuscirà a valutarne la parete. Per ogni dubbio contattate comunque il vostro veterinario per sapere che procedura seguire in questi casi.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | madcitycat

  • shares
  • Mail