Petsblog Animali domestici Quando devo portare la mia cavia dal veterinario?

Quando devo portare la mia cavia dal veterinario?

Quando devo portare la mia cavia dal veterinario?

Sembra una domanda scontata, tuttavia in molti prendono le cavie come animali “poco impegnativi” che addirittura non necessitano, secondo i più, di un veterinario esperto in esotici. Partiamo dal fattore cavia sana: una cavia che non ha alcun problema è bene comunque che venga portata a visitare per dei controlli periodici. Quando è giovane (fino ai 3 anni) è bene programmare almeno 1 visita annuale, mentre quando è adulta/anziana, è bene procedere ogni 6 mesi. Se avete una femmina non sterilizzata può essere soggetta a vari disturbi, quali piometra, sono molto frequenti le cisti ovariche, in tarda età può avvenire il prolasso dell’utero. Queste sono tutte cose a valutare e seguire nel corso della sua vita.

Chiaramente poi ci sono invece situazioni in cui chiaramente è necessario l’intervento veterinario immediato: partiamo ovviamente da zone di alopecia, dermatiti, sanguinamenti, arti slogati o rotti, se la cavia è apatica e non mangia, blocchi intestinali, difficoltà respiratorie o affanno, se sospettiamo che la cavia sia incinta, se ci sono bozzi o gonfiori sospetti, se ci sono ferite o escoriazioni, fin anche se notiamo cambiamenti sostanziali nel carattere (ad esempio improvvisamente la cavia morde-può farlo a causa del dolore-) e così via. Vi ricordo che la tempestività è spesso la chiave vincente per una serena guarigione dell’animale: non sono animali per i quali si possono attendere 24/48 ore prima di prestare le cure necessarie poichè spesso, passato quel lasso di tempo, la salute dell’animale è irrecuperabile.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare