Perché i gatti amano dormire sul letto?

Vi siete mai chiesti perché i gatti adorino dormire sul letto?

gatto letto

Gatti che dormono sul letto - Se avete un gatto (o più gatti) in casa, vi sarete ormai rassegnati: il letto è diventato da tempo di proprietà del gatto. Ritrovate il gatto sopra ad ogni ora del giorno e della notte, spesso si mimetizza sotto il copriletto formando una "misteriosa" bozza in mezzo al letto, a volte vi ritrovate il gatto che dorme con voi e, non si sa come, riesce ad accaparrarsi la maggior parte dello spazio, nonostante le sue ridotte dimensioni. A volte si nasconde in mezzo ai cuscini, quando rifate il letto il gatto è sempre lì che vi dà una mano (o strappa quei ciuffetti simili a cotone che ci sono sui materassi), insomma: gatto e letto sono un binomio inscindibile. Ma perché il gatto ama così tanto il letto?

Il gatto ama stare sul letto perché...

... perché dipende fondamentalmente dalla natura dei felini. Il gatto è un animale predatore, in aggiunta è anche molto curioso e ama esplorare l'ambiente. Al gatto piace il letto in parte perché il letto è alto, quindi da qui il nostro predatore felino in miniatura può controllare meglio l'ambiente circostante, ha una visuale migliore che gli permette di avvistare prede e tenere sotto controllo eventuali pericoli.

Sì, mi direte voi, ma spesso il gatto dorme sul letto. E' vero: dopo aver controllato che non ci siano pericoli in giro o prede da acchiappare, ecco che il gatto si concede un meritato riposo. E quale posto migliore del letto? E' caldo, morbido e garantisce al gatto quel senso di protezione che altrove trovano solo nelle scatole. Solo che il letto, rispetto alle scatole, è anche morbido. Aggiungeteci poi che possono mimetizzarsi fra i cuscini, nascondersi sotto il copriletto ed è fatta.

Spesso il gatto ama dormire sul letto quando ci siamo noi. Il gatto in questo modo è circondato dal nostro odore, cosa che aumenta i suoi livelli di sicurezza. Inoltre siamo a portata di mano e praticamente inermi nel caso sentisse l'improvviso impulso di fare il pane o mordicchiarci i capelli. Aggiungete poi il fatto che se dorme con noi siamo a una zampa di distanza, pronti ad essere svegliati in qualsiasi momento per richieste di attenzioni o di cibo, quindi il gatto non deve neanche fare la fatica di andare lontano per trovarci, siamo già lì.

Cosa fare se il gatto dorme sul letto?

Fondamentalmente rassegnarvi. Non è possibile insegnare al gatto a non salire sul letto o meglio: potete insegnarglielo, lui capirà anche, ma aspetterà che vi siate girati o addormentati per salirci lo stesso. In generale se avete deciso di condividere la vostra vita con un gatto, amerete anche averlo sul letto con voi (sono ottimi anche d'inverno come scaldini viventi). Difficilmente si trova un amante dei gatti che non voglia avere il gatto nel letto: se prendete un gatto con voi, dovete rassegnarvi al fatto che salirà sul letto e dormirà con voi.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | edenpictures

  • shares
  • Mail