6 modi in cui avere un gatto cambierà la vostra vita

Ecco sei modi in cui avere un gatto potrebbe cambiare la vostra vita.

gattino

Avete deciso di condividere la vostra vita con un gatto? Bene. Avete considerato gestione, spese alimentari e spese veterinarie e vi siete resi conto che potete sostenerle? Ancora meglio. Ma avete anche considerato come cambierà la vostra vita una volta che il gatto sarà entrato nella vostra vita? Ci sono diversi aspetti della vostra quotidianità che saranno influenzati da questa scelta. Ecco dunque sei modi in cui avere un gatto vi cambierà la vita:

  1. Budget? Quale budget? Non parliamo delle spese di mantenimento e veterinarie, no, parliamo di tutti quei simpatici accessori di cui avete corredato il gatto cinque minuti dopo che ha fatto il ingresso in casa, incluso quel bellissimo tiragraffi multipiano trovato in offerta, ciotole e ancora altre ciotole, alcune magari tecnologiche, cucce sempre più spaziali, giochini a non finire... dite addio al vostro budget mensile
  2. Priorità: cambiano. La scelta del cibo del gatto diventerà altrettanto importante della scelta del vostro cibo. Quando andate al supermercato, mettete in conto dieci minuti in più del solito da dedicare alla attenta valutazione del cibo per gatti
  3. Passerete più tempo a pulire: non si tratta solo del tempo dedicato a pulire la lettiera. No, diventerete meglio di Daredevil quando dall'altra stanza percepirete l'inequivocabile rumore di gatto che sta per rigurgitare il pelo sul copriletto pulito o sui vestiti appena stirati. Il gatto ha mangiato troppi peli? Vomita. Ha mangiato la sua pappa troppo velocemente? Vomita. Ha mangiato a velocità normale? Vomita. E' seduto tranquillo sulle vostre gambe a farsi coccolare? Vomita. Su di voi. E se non amate vedere i peli appiccicati ovunque, beh, forse dovevate pensarci prima di prendere un gatto. La vostra intera casa sarà costellata di peli nei punti più impensati
  4. Non sarete mai più da soli: che può essere una bella cosa, tranne quando il gatto decide di saltarti sulle gambe mentre siete in bagno. O quando vi dorme tutta la notte appollaiato sopra la testa.
    O quando miagola insistentemente per uscire, salvo miagolare per rientrare tre secondi dopo essere uscito (aspettando ovviamente il momento in cui vi siete seduti di nuovo)
  5. Diventerete i Freud dei gatti: passerete il tempo a chiedervi perché il gatto fa questo e quello, se sia normale, se sa che voi non siete un gatto, se ama voi o il frigorifero che si apre...
  6. Ti sentirai meglio: nonostante tutto ciò, quando poi ti giri e vedi il gatto che ti guarda, magari ti tocca con la zampetta, ti fa le fusa, ti scioglie e tutti i fastidi su cui rimuginavi tre secondi prima svaniscono. Salvo ritornare quando ti deposita un topo morto sulle scarpe, ma è questo il bello di vivere con un gatto, no?

Via | Metro.co.uk

Foto | lisazins

  • shares
  • Mail