I 5 errori che fa un principiante con il criceto

Tutti sbagliano all'inizio: l'importante è rimediare.

errori-piu-comuni-del-principiante-coi-criceti.jpg

Ogni principiante commette degli errori con il primo criceto, per fortuna ci si può informare presso fonti sicure e si può rimediare ad ogni errore compiuto. Ecco gli errori più comuni:

-gabbia piccola: purtroppo se acquistate in un negozio, è facile che vi diano un trasportino, e non un habitat dignitoso. Perchè? Poco spazio, poca spesa, e ovviamente vi portate a casa l'acquisto. Se invece uno vi spiega che serve un habitat di una certa dimensione, molta lettiera etc etc, è chiaro che il cliente ci pensa bene. Sarebbe quindi importante adottare, così da avere le linee guida corrette da subito per ogni animale, per piccino che sia.

-cibo errato troppo ricco di semi di girasole grassi e zuccheri. La fortuna è che c'è una ricetta semplicissima per crearsi un buon mix fai da te a casa, acquistando semplicemente zuppe e cereali secchi "ad uso umano".

-criceto non solo. Questo è un errore molto grave a cui bisogna porre rimedio immediatamente: due maschi infatti si uccideranno per il territorio, due femmine anche, infine maschio e femmina se non litigano vi riempiranno di cuccioli. Sapete quanti ne fanno a cucciolata? Dai 4 o 5 fino a 12. Dove li mettete? Meglio evitare!

-lettiera non scavabile: in commercio se ne trovano di ogni, tra cui alcune dannose per l'animale o profumate quindi inadeguate per l'olfatto sensibile del criceto. Fortunatamente si rimedia facilmente cercando lettiere scavabili, assorbenti e assolutamente naturali come canapa o cellulosa.

-mancate informazioni sulla somministrazione di verdure: se acquistate un criceto vi rifilano un bel mix di semi (spesso di infima qualità) e stop. Invece il criceto deve mangiare anche il fresco, nello specifico verdure miste ogni sera, ogni tanto un po' di frutta (essendo zuccherina non eccedete).

  • shares
  • Mail