Pavia: bracconieri uccidono un cane a colpi di fucile

Pavia: bracconieri uccidono un cane a colpi di fucile

A Pavia dei bracconieri hanno ucciso a colpi di fucile un cane di razza Breton appartenente a un altro cacciatore.

Da Pavia arriva una storia di pura crudeltà. Due bracconieri o due cacciatori privi di licenza hanno ucciso a colpi di fucile il cane di razza Epagneul breton appartenente a un altro cacciatore. Il cane di nome Ketty era un cane Breton di sei anni, femmina e apparteneva a Ivano Marangon, un cacciatore pensionato. La triste vicenda è accaduta fra Sannazzaro e i campi di mais presso Casoni Borroni. Ancora da chiarire se i colpi siano partiti accidentalmente o se il cane sia stato volutamente ucciso. Questa la versione dei fatti secondo Ivano Marangon, il quale ha assistito alla scena: “Incidente o no, penso si sia trattato di due abusivi in quanto la licenza annuale di caccia prevede una copertura assicurativa automatica. Sarebbe stato dunque logico che i due si fermassero per rendersi conto dell’accaduto e per formalizzare insieme a me un verbale condiviso da consegnare poi all’assicurazione. Se non lo hanno fatto, presumo non siano assicurati e, di conseguenza, neppure dotati di licenza venatoria. Insomma, se ne sono andati di corsa girando le spalle”.

Secondo quanto riferito da Marangon, Ketty stava uscendo dal campo di mais per inseguire un fagiano, mentre lui stesso era subito dietro il cane. Una volta usciti dal campo, l’uomo ha sentito provenire di lato il colpo di un fucile che ha preso in pieno il cane e poco ci è mancato che colpisse anche lui. In lontananza, due uomini stavano scappando, rifugiandosi in un altro campo di mais. Ivano Marangon ha prima cercato di prestare soccorso a Ketty, ma rendendosi conto che il cane era morto sul colpo, ha provato ad inseguire i due uomini, prima a piedi e poi in auto. Ma non ha avuto successo: i due bracconieri si sono dileguati. All’uomo non è rimasto che portare il corpo di Ketty a casa e dare la brutta notizia alla famiglia: il cane era amato da tutti e, al di là della sua attività venatoria, per Marangon e famigliari Ketty era un membro della famiglia a tutti gli effetti.

Via | LaProvinciaPavese

Foto | styles_at

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog