Biella, falchetto preso a sassate e bruciato ad Halloween

A Biella, nella notte di Halloween, un povero falchetto è stato prima torturato e poi dato alle fiamme.

falchetto

Da Biella ci arriva una storia davvero crudele e terribile, con protagonista un povero falchetto, rivenuto davanti alla porta della ludoteca del Villaggio Lamarmora di Biella la mattina dopo la notte di Halloween. Probabilmente la sera prima, il povero animale è stato prima preso a sassate e poi è stato bruciato: quando è stato rinvenuto era già morto.

Il rapace aveva un anellino di riconoscimento: gli agenti, che stanno indagando sul caso, potranno così risalire al proprietario del povero animale, rivenuto senza vita da una delle educatrici della ludoteca, per capire anche se era scappato o se qualcuno lo aveva rubato. Orietta Gazzetto, presidente del Gruppo Falconeria Oropa, è intervenuta sul terribile caso:

E' la prima volta che capita un fatto del genere. I falchi vivono rinchiusi in particolari voliere: riuscire ad impossessarsene è molto difficile. Aspettiamo che venga individuato il proprietario per capire assieme a lui che cosa sia accaduto.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail