Biella, uccisa la volpe mascotte del paese con un colpo di fucile

La volpe mascotte del paese di Zuccaro di Coggiola, in provincia di Biella, è stata uccisa.

Il cane sfrattato dalla volpe

Zuccaro di Coggiola non ha più la sua mascotte: la volpe, amata e conosciuta in tutto il paese in provincia di Biella, è morta, a causa di un colpo di fucile che le è stato sparato addosso. Il povero animale è stato lasciato agonizzante in mezzo alla strada, fino a quando non è sopraggiunta la morte. Da qualche mese la volpe scendeva spesso in paese, mangiando il cibo lasciato fuori dalle case: non aveva paura dell'uomo e gli abitanti l'avevano praticamente adottata.

Non si sa chi abbia potuto compiere un gesto tanto crudele e non si conoscono nemmeno i motivi, visto che la volpe era buona, non aveva mai fatto del male a nessuno e di certo non rappresentava un pericolo.

La notizia è stata data dalla pagina Facebook "I have a dream":

E' stata uccisa con una fucilata la volpe mascotte di Zuccaro di Coggiola, una frazione, dove la creatura si era abituata a scendere nel centro abitato, quando veniva dato del cibo ai gatti randagi. Lei, completamente inoffensiva, si metteva ad aspettare per mangiare assieme a loro, ormai si fidava dell'uomo, e non era più un pericolo per nessuno, in quanto poi, nessuno possedeva un pollaio. La sua fiducia verso l'uomo l'ha ingannata. Perché non tutti gli uomini, purtroppo sono uguali. Chi è malvagio, ha preferito, sfogare le proprie frustrazioni su di essa con un fucile, l'unica arma che è riuscito ad utilizzare, al posto del proprio cervello, che ahimè, è latitante!

E' stata uccisa con una fucilata la volpe mascotte di Zuccaro di Coggiola, una frazione, dove la creatura si era...

Pubblicato da I have a dream su Lunedì 13 novembre 2017

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail