Trento: cane sequestrato perché abbaia troppo

È una vicenda che lascia davvero perplessi quella avvenuta a Roverè della Luna (Trento), dove un cane è stato “sequestrato” perché abbaiava troppo.

Cane sequestrato

A Roverè della Luna (Trento), una coppia si è trovata alle prese con le lamentele di un vicino di casa. Per l'esattezza, il vicino afferma di non riuscire a dormire bene a causa del cane della coppia, che abbaierebbe durante la notte. Le lamentele dell’uomo hanno portato a denunce, condanne penali (a ottobre con 154 euro di multa e a gennaio con 70 euro), per il reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone. Adesso è previsto anche un processo ai danni dei genitori umani del pastore maremmano.

Il fatto curioso è che solo questo particolare vicino di casa, che tra l’altro abita a trecento metri di distanza dalla coppia, sentirebbe i continui rumori del cane. La coppia sostiene che l’animale dorme dentro casa la notte, e quindi non è possibile che il vicino lo senta abbaiare.

Secondo il legale dei proprietari del cane, alla base di questi problemi vi sarebbero attriti fra confinanti. Purtroppo di mezzo ci è andato però il cagnolone, che giovedì, alle 8 del mattino, è stato prelevato dai carabinieri, i quali si sono presentati con in mano un ordine di sequestro. L’animale è stato quindi scortato in un canile a Marco di Rovereto, in attesa che si tenga il processo dibattimentale in Tribunale, previsto per fine aprile.

La coppia - alla quale mandiamo tutto il nostro sostegno - è adesso determinata a chiedere aiuto alle associazioni animaliste del Trentino, in modo da far tornare a casa il proprio cucciolone il prima possibile.

via | Corriere
Foto da iStock

  • shares
  • Mail