Morsi di cani e gatti: come prevenirli? Che tipo di terapia viene consigliata?

Uno studio ci spiega qualche dettaglio sulla prevenzione e sul trattamento dei morsi di cani e gatti.

Un Amstaff e un gattino bianco e nero insieme

Morsi di cani e gatti – L'articolo dal titolo "Dog and Cat Bites to the Hand: Treatment and Cost Assessment", Leon S. Benson, Sara L. Edwards, Adam P. Schiff, Craig S. Williams and Jeffrey L. Visotsky. The Journal of Hand Surgery. Volume 31, Issue 3 , March 2006, Pages 468-473 cerca di spiegare ai proprietari di cani come prevenire i morsi dei cani e gatti e quale tipo di trattamento coloro che erano stati morsi avevano messo in atto.

Morsi di cani e gatti: come fare a prevenirli?

Il fatto è che a volte cani e gatti possono essere imprevedibili. Aggiungiamoci poi anche la scarsa conoscenza di molti proprietari per quanto riguarda il comportamento e il modo di comunicazione del cane ed è facile che ci scappi qualche morso. Lo studio si riferisce alla situazione negli Stati Uniti, ma per alcuni versi è sovrapponibile anche alla situazione qui da noi.

Lo studio spiega come circa 2 milioni di americani venga morso ogni anno da un animale domestico e che la metà dei cittadini statunitensi verrà morso almeno una volta nella sua vita da un animale. Secondo lo studio, manipolare più cautamente gli animali permette di prevenire i morsi.

Sembra anche che nell'80% dei casi, l'animale che morde conosca la persona che viene morsa. Inoltre si è anche visto che solo il 2% delle morsicature richiede effettivamente un ricovero in ospedale.

Altro dato: la maggior parte dei cani e gatti morsicatori non erano animali randagi o anche solo pericolosi, ma solo spaventati, feriti o magari animali che vengono maldestramente interrotti mentre stanno lottando contro altri animali.

Morsi di cani e gatti: dove avvengono e come vengono curati?

Nei 111 casi di persone morse da cani o gatti, i morsi erano localizzati su mano, polso o avambraccio. Le ferite andavano da semplici escoriazioni a lesioni più gravi, arrivando anche a fratture esposte e infezioni resistenti ai normali antibiotici.

Nonostante il fatto che solo il 2% delle morsicature richieda effettivamente un ricovero in ospedale, i 2/3 delle persone morse chiede un ricovero affinché gli vengano dati antibiotici e 1/3 richiedeva anche una chirurgia. Però lo studio ha anche sottolineato che se queste persone fosse andato prima dal medico per farsi curare, le ferite non sarebbero degenerate fino a diventare più gravi. Pensate che in caso di morsi con interessamento anche delle ossa, a volte lo studio ha messo in luce come passassero anche 8 giorni prima che il paziente decidesse di farsi vedere da un ortopedico.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Via | Journal of Hand Surgery

  • shares
  • Mail