Perugia, cani cadono nel Tevere: salvati dai pompieri

A Perugia due cani sono caduti nel Tevere: fortunatamente i pompieri sono intervenuti e sono riusciti a salvarli.

Labrador cioccolato, dettaglio del naso

Questa storia poteva finire male, ma grazie ai Vigili del Fuoco e alla Polizia Stradale, c'è stato un lieto fine. Nel pomeriggio di sabato 30 giugno due cani sono caduti nel Tevere, lungo il tratto del percorso verde che inizia dal canile di Collestrada, vicino a Perugia. I sue cani sono finiti dentro al fiume: se Vigili e forze dell'ordine non fossero arrivati in tempo, i due cani sarebbero morti per annegamento. Sul posto c'erano sia gli agenti della Polizia Stradale che i Vigili del Fuoco di Perugia. I pompieri si sono calati nel fiume utilizzando speciali tecniche di salvataggio saf e sono così riusciti ad afferrare i due cani, portandoli in salvo sulla terraferma.

Vigili del Fuoco salvano due cani dall'annegamento

Se è vero che i cani sanno nuotare, è anche vero che le correnti dei fiumi possono essere imprevedibili. Anche persone esperte nuotatrici possono trovarsi in difficoltà a nuotare in un fiume: se si viene presi da una corrente contraria che spinge lontano dalla riva, il rischio è quello di esaurire le forze nel tentativo di tornare sulla terraferma. Che è la stessa cosa che è successa ai cani di Perugia.

I due cani sapevano nuotare, ovviamente, come tutti i cani, ma semplicemente non riuscivano a tornare a terra. Grazie al pronto intervento di polizia e pompieri, i due cani sono stati salvati. Adesso bisognerà accertare perché quei due cani fossero vaganti sul territorio: si tratta di due randagi o di cani sfuggiti all'attenzione di un proprietario?

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail