Petsblog Gatti Encefalopatia ischemica felina: cause, sintomi e terapia dell’infarto cerebrale felino idiopatico

Encefalopatia ischemica felina: cause, sintomi e terapia dell’infarto cerebrale felino idiopatico

Encefalopatia ischemica felina: cause, sintomi e terapia dell’infarto cerebrale felino idiopatico

Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia dell’encefalopatia ischemica felina, anche nota come infarto cerebrale felino idiopatico.

Encefalopatia ischemica felina – Parliamo di una patologia felina neurologica non molto conosciuta, anche perché non di così comune riscontro e diagnosi. Stiamo parlando dell’encefalopatia ischemica felina, nota anche come infarto cerebrale felino idiopatico. A dire il vero non è che sia una patologia molto descritta, tuttavia nei sacri testi di neurologia è comunque riportata la sua presenza. Ecco che allora oggi andremo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia del’encefalopatia ischemica felina.

Encefalopatia ischemica felina: cause e sintomi

L’encefalopatia ischemica felina è una forma idiopatica, quindi vuol dire che in realtà non si sa quali siano le cause. Pare tuttavia che in alcuni casi descritti nel Nord America la causa sia stata ricondotta alla presenza di larve di mosche del genere Cuterebra. Tuttavia quello che si sa al momento è che non è stata rilevata nessuna corrispondenza con le classiche cardiomiopatie dei gatti. Talvolta, invece, la si è vista associata a CID o emboli settici. Ribadiamo comunque che si tratta di una patologia molto rara.

Quello che succede è aree di corteccia cerebrale irrorate dall’arteria cerebrale media subiscono fenomeni di ischemia con conseguente necrosi. I sintomi di encefalopatia ischemica felina sono acuti e non progressivi:

  • modifiche del comportamento
  • aggressività
  • convulsioni
  • deficit propriocettivi controlaterali
  • cecità
  • emi o tetraparesi
  • stato stuporoso
  • coma

Encefalopatia ischemica nel gatto: diagnosi e terapia

La diagnosi di encefalopatia ischemica nel gatto presuppone visita clinica, anamnesi, visita neurologica e TC/RM di conferma, altrimenti si rimane nel campo delle ipotesi diagnostiche. Per quanto riguarda la terapia si effettua terapia contro l’edema cerebrale, mentre si usano antibiotici se si sospetta un embolo settico o terapia anticoagulante in caso di CID.

Per quanto riguarda la prognosi, dipende dall’estensione dell’ischemia. A volte è buona, tuttavia occhio che possono persistere convulsioni difficili da controllare. Oppure potrebbero comparire convulsioni a distanza di tempo. Inoltre inutile in Europa ricercare le larve perché le mosche del genere Cuterebra qui da noi non sono presenti.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | colinsite

Seguici anche sui canali social