Cani abbandonati a Palermo trovano una nuova casa a Firenze

Cani abbandonati a Palermo vengono adottati e trovano una casa a Firenze: ecco i dettagli di questa preziosa collaborazione.

Cani abbandonati

Cani abbandonati a Palermo trovano una nuova casa a Firenze, grazie alla collaborazione tra i due comuni presente in uno speciale progetto adozioni firmato dall'Associazione LAV. Il Parco degli Animali del Comune di Firenze accoglie i piccoli randagi di Palermo, un vero e proprio gemellaggio, con l'arrivo in questo caldo agosto dei primi 10 cani senza padrone, che saranno accuditi nella città toscana. Qui saranno aiutati a trovare una nuova casa e una nuova famiglia.

Da 10 mesi Firenze collabora al progetto della LAV per dare una mano a superare gravi criticità nei canili di Palermo. Il comune toscano è un ente particolarmente virtuoso nelle politiche di prevenzione degli abbandoni ed è stato scelto insieme ai Comuni di Bologna, Modena, Formigine (Mo), Milano e al rifugio La Fattoria di Tobia di San Cesareo (Roma), il Rifugio APACA di Belluno e il canile sanitario di Bari.

Federica Faiella, responsabile area adozioni LAV e responsabile del progetto, spiega:

La collaborazione tra il Comune di Palermo e il Comune di Firenze, nata nell’ambito del progetto adozioni promosso da LAV, costituisce un precedente importantissimo in materia di lotta al randagismo; il lavoro sinergico tra le Amministrazioni comunali coinvolte e le Aziende sanitarie locali e provinciali, la possibilità di beneficiare della professionalità degli operatori e dei volontari impegnati presso il Parco canile degli animali, di Firenze, garantirà la movimentazione legittima degli animali da una regione del sud ad una regione del centro Italia, nel rispetto della normativa vigente, la permanenza dei cani in una struttura accogliente e idonea a garantirne il recupero psico – fisico, e adozioni consapevoli e responsabili.

Foto iStock
  • shares
  • Mail