Toxoplasmosi cutanea nel cane: cause, sintomi e terapia

In letteratura veterinaria sono state descritte delle forme cutanee di Toxoplasmosi nel cane. Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia.

Pitbull che sbadiglia

Quando parliamo di Toxoplasmosi nel cane, di solito pensiamo alla forma neurologica, magari associata a Cimurro o Neospora. Oppure alle forme polmonari o epatiche. Tuttavia in letteratura veterinaria sono descritte anche delle forme cutanee di Toxoplasmosi nel cane. Ora, c'è da dire che sono rare, quindi non è che adesso bisogna per forza mettere la Toxoplasmosi in cima alla lista delle diagnosi differenziali quando si riscontrano problemi dermatologici nel cane, però è da prendere in considerazione. Vediamo, dunque, cause, sintomi, diagnosi e terapia della Toxoplasmosi cutanea nel cane.

Toxoplasmosi cutanea nel cane: cause e sintomi

Questa forma di Toxoplasmosi secondaria è assai rara nei cani ed è stata descritta poche volte. In alcuni casi si è visto questa forma di Toxoplasmosi in cani sottoposti a terapie immunosoppressive. I sintomi che si sono visti nella Toxoplasmosi cutanea del cane sono:

  • pustole generalizzate
  • prurito


  • noduli sottocutanei a volte ulcerati
  • alopecia
  • dermatite piogranulomatosa e necrotizzante
  • pannicolite con vasculite e trombosi vascolare
  • presenza di tachizoiti del Toxoplasma gondii intra ed extracellulari

In teoria anche i pazienti umani, raramente, possono sviluppare lesioni cutanee come eritemi, noduli, papule e lichenificazione della pelle. I gatti, rarissimamente, possono sviluppare singoli noduli cutanei o noduli cutanei ulcerati.

Toxoplasmosi cutanea nel cane: diagnosi e terapia

La diagnosi di certezza di Toxoplasmosi cutanea nel cane è stata possibile solo tramite biopsie con esame immunoistochimico e PCR. Spesso è difficile capire se la forma cutanea della Toxoplasmosi sia una disseminazione di una forma sistemica o se sia una forma primaria della malattia.

La terapia, di base, rimane quella per la Toxoplasmosi: la somministrazione per periodi adeguati di clindamicina. A questa si aggiunge la terapia sintomatica a seconda del bisogno. Importante è notare che non è detto che la Toxoplasmosi si fermi lì: alcuni cani hanno poi anche manifestato forme polmonari e neurologiche, soprattutto nella forma cutanea generalizzata. In caso di forme generalizzate, la prognosi è riservata.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail