Uomo adotta i cani che nessuno voleva: ecco cosa è successo dopo

Ecco la storia di Steve Grieg, un uomo che adotta i cani che nessuno vuole.

Animali rifiutati

Quando ho adottato la mia cagnolina Briciola, avevo deciso di adottare il cucciolotto meno adottabile del Rifugio di zona (naturalmente tenendo in considerazione lo spazio che avevo a disposizione in casa). Mi sembrava la cosa più logica da fare: regalare una nuova vita felice a chi è stato rifiutato tante, troppe volte. La mia cucciolotta, a meno di un anno, era già stata riportata in canile 4 volte, aveva il pelo sporco e arruffato, la codina perennemente nascosta fra le zampe, e uno sguardo tristissimo.

Era anche stata maltrattata in modo indicibile dai suoi vecchi proprietari. Oggi posso affermare con certezza di essere felice di aver regalato amore, protezione, coccole e il calore di una vera famiglia alla mia cucciolotta, per tutti gli anni che ha trascorso insieme a noi, fino alla fine dei suoi giorni.

Ebbene, negli Stati Uniti, e per l’esattezza a Denver (in Colorado), un uomo, Steve Grieg, sta facendo la stessa cosa, ma in termini decisamente più ampi. Grieg infatti ha adottato ben dieci cani, tutti anziani, tutti rifiutati dal mondo, e tutti accolti fra le grandi braccia di quest’uomo dal cuore d’oro.



Steve sceglie proprio i cagnolini rifiutati. Nei rifugi chiede di poter adottare i cani che nessuno vuole. Così facendo, ha trasformato la sua casa in una piccola arca piena di amore, un luogo dove vivono felicemente i suoi 10 cani, il suo maiale Bikini, due polli, due anatre, diversi gatti, un coniglio, due piccioni e tanti pesci colorati che vivono in un laghetto. Grieg, che lavora come contabile, ha deciso di adottare i cani in difficoltà dopo la morte del suo amico a quattro zampe.

 

Dopo due mesi era ancora tristissimo. E così ho deciso che mi sarei sentito meglio se avessi fatto qualcosa di buono. Probabilmente tutto questo non sarebbe mai accaduto se non avessi perso il mio adorato animale.

Inizialmente Grieg aveva adottato un Chihuahua di 12 anni con un soffio al cuore e problemi alle ginocchia. Da li in poi, ha continuato ad aprire le porte della sua casa anche agli altri animali rifiutati. Naturalmente la giornata di questo incredibile uomo è a dir poco impegnativa. La sveglia suona infatti alle cinque del mattino, quando Grieg prepara la colazione per tutti loro, tenendo in considerazione le diverse necessità alimentari. La storia di Steve Grieg ha davvero fatto appassionare il popolo del web, tanto che, su Instagram, quasi 800.000 persone seguono la sua incredibile e strana famiglia!

Foto da Instagram

via | La Stampa

  • shares
  • Mail