Cani a New York: l'ultima tendenza è la passeggiata nei boschi

Gite nei boschi con dog sitter per i cani di New York: ecco la moda del momento.

Cani passeggiata boschi

Da New York arriva una nuova moda, tutta canina: dog sitter che portano a spasso i cani per i boschi. Nella Grande Mela la gita per i boschi è il nuovo must per i cani che non devono chiedere mai. O meglio: che chiedono di essere portati in passeggiata, ma i cui proprietari non riescono a dedicare loro abbastanza tempo causa impegni lavorativi. Per correre incontro alle loro esigenze si è attivato un gruppo di esperti in comportamento animale, insieme a un gruppo di appassionati cinofili, ha deciso di creare un servizio che consente ai cani di New York di andare per i boschi, uscendo almeno per una giornata dall'habitat cittadino.

New York: cani a spasso con dog sitter per i boschi

Il programma è stato ideato da Andrea Klein: in My Dog Hikes - unpave these paws, verrà "tolto il cemento del marciapiede da sotto le zampe". Il problema, per molti proprietari di cani, è che il lavoro li costringe a stare molte ore lontani da casa e dai loro amici a quattro zampe. Molti di loro non hanno materialmente il tempo per far fare delle belle passeggiate al cane. Ma ecco che il programma My Dog Hikes viene loro incontro.

Chi aderisce all'iniziativa, potrà lasciare il proprio cane per una intera giornata nelle mani esperte di un dog sitter, all'aria aperta. Il dog sitter accompagnerà il cane per una lunga gita in mezzo ai boschi, da Bear Mountain nello stato di New York, sino ai parchi naturali della California e del Maine.

Andrea Klein ha così spiegato: "Siamo specializzati in addestramento a camminare senza guinzaglio e socializzazione. Scegliamo i cani in modo che stiano bene assieme. Le gite sono fuori dalla città, nei boschi dello Stato di New York, New Jersey, Connecticut e Pennsylvania a un'ora di macchina da Manhattan. I cani tornano a casa stanchi ma felici".

Ovviamente un'iniziativa del genere non è proprio economica: per una giornata di gita, il proprietario paga dagli 85 ai 130 dollari. Il tutto per percorsi in totale sicurezza. Gli accompagnatori sono persone esperte nel mondo della cinofilia o abituati ai cani, oltre a essere grandi camminatori. I cani sono dotati di un tracker GPS, per evitare il rischio di fughe.

Mia Godwin, addestratrice del gruppo, ha commentato: "I proprietari li mettono nelle nostre mani e c'è un alto livello di fiducia che si crea quando prometti che porterai la loro amata creatura senza guinzaglio in campagna". Secondo gli esperti, queste passeggiate in mezzo alla natura, hanno effetti positivi sui cani di città. Come spiega Jennifer Wheeler, proprietaria di NYC Doggies a Greenwich Village: "Essere senza guinzaglio in mezzo alla natura fa bene fisicamente, ma ancora di più psicologicamente e in questo modo non solo si trasformano durante la passeggiata, ma quando tornano si adattano meglio alla vita nell'appartamento".

Chissà se qualcuno anche qui in Italia deciderà di seguire le orme di questo progetto?

Via | Ansa

Foto | iStock

  • shares
  • Mail