Calore prolungato nel cane: cause e cosa fare se l'estro non finisce più

Avete una cagna con calore troppo lungo? Ecco le possibili cause e cosa fare.

Labrador Retriever in mezzo ai fiori

Se vi ricordate, avevamo già parlato del ciclo estrale nella cagna. La fase delle perdite e la successiva fase in cui la cagna si accoppia durano, ciascuna, in media 7-10 giorni. Tuttavia a volte ci sono cagne con fase proestrale e relative perdite di sangue lunghissime, che durano anche più di un mese. Idem dicasi per la fase estrale: tu pensi che duri dieci giorni e dopo venti la cagna è ancora lì che si accoppia. Ecco che allora oggi andremo a vedere le cause di questo calore prolungato nel cane e cosa fare.

Calore prolungato nel cane: cause

Come dicevamo, la durata media di proestro e estro di solito è di 7-10 giorni. Tuttavia a volte vengono segnalati proestro anche di 17 giorni e estro di 21 giorni. In generale, dopo tre settimane di calore il proprietario comincia a preoccuparsi, anche se in effetti in veterinaria un ciclo estrale non viene considerato troppo lungo se non supera i 35-40 giorni. Questo escludendo il primo calore che non ha ancora gli ormoni ben assestati e a volte dura anche più di un mese oppure compare per qualche giorno, poi scompare e poi ricompare.

Le principali cause di un proestro/estro più lungo della media sono:

Calore prolungato nel cane: cosa fare

Prima di tutto diagnosi. Si può fare citologia vaginale per vedere se le cellule sono in fase di proestro o estro, si possono fare dei dosaggi ormonali per valutare i livelli di estrogeni nel sangue e si può fare un'ecografia addominale per vedere se si riescono a vedere eventuali cisti follicolari sull'ovaio.

Di solito, soprattutto nelle cagne giovani, l'estro prima o poi finisce, quindi non è detto che serva per forza fare terapia. Se però l'estro non passa, si possono fare iniezioni di GnRH, LH o hCG per indurre l'estro, ma non sempre funziona. In generale, visto che il problema sono le cisti ovariche, una cagna con ciclo estrale prolungato sarebbe meglio sterilizzarla appena il calore passa per evitare di avere sempre gli stessi problemi ad ogni calore e per ridurre il rischio di infezioni all'utero e piometra. A maggior ragione se, invece, la causa è un tumore ovarico: lì bisogna operare il prima possibile. Se la causa è la somministrazione di estrogeni, ovviamente vanno sospesi. E non sarebbe neanche male valutare la funzionalità tiroidea che può alterare il normale ciclo estrale.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail