Petsblog Comportamento Cani Gatto che non va d’accordo col cane, cosa fare?

Gatto che non va d’accordo col cane, cosa fare?

Gatto che non va d’accordo col cane, cosa fare?

Questa volta andiamo a parlare di gatti che non vanno d’accordo con i cani. Capita poche volte, ma ogni tanto succede: ci sono cani che amano i gatti. Vorrebbero socializzare con loro, si avvicinano incuriositi, magari vorrebbeo giocarci o anche dormire insieme… ma il gatto non è proprio d’accordo. Quindi oggni andremo a vedere qualche situazione tipica e qualche consiglio su cosa fare quando un gatto non va d’accordo col cane. Fermo restando che non è sempre detto che la convivenza fra i due sia possibile.

Gatto che non va d’accordo col cane: perché?

Una delle situazioni più tipiche è un gatto adulto, felice principe della casa che si vede arrivare in casa un cucciolo di cane esuberante che va ad importunarlo continuamente, che vuole giocare magari in maniera irruenta o che gli ruba il cibo e le coccole. Ci può stare che un gatto non abituato a socializzare con altri animali perché è sempre vissuto da solo con l’uomo possa non andare d’accordo col cucciolo. E meglio non va quando il cane è adulto.

A volte il problema è il contrario. Cane adulto che vive in casa, arriva un nuovo gattino, magari avete la fortuna di avere uno di quei cani che vanno d’accordo con i gatti, ma il nuovo gattino è molto spaventato dal cane, si gonfia tutto, soffia, ringhia e cerca di graffiarlo ogni volta che il povero cane tenta di fare amicizia. E stessa cosa potrebbe capitare con un gatto adulto.

Fondamentalmente parliamo di due specie che già in natura non vanno d’accordo fra di loro. Quando poi si trovano a dover condividere gli stessi spazi, cibi e umani o quando non gli è mai stato insegnato a socializzare correttamente con gli altri animali allora ecco che si scatenano i problemi.

Cosa fare?

Sia nel caso in cui si voglia far entrare un cane in una casa dove c’era già un gatto o nel caso inverso in cui bisogna far entrare un gatto in una casa dove c’era già un gatto, sarebbe meglio far fare prima un profilo comportamentale a entrambi. Tramite un educatore cinofilo o un veterinario comportamentalista è possibile capire se ci sia qualche possibilità che quel gatto/cane accetti il nuovo cane/gatto. Se già di base siamo di fronte a un gatto che va in crisi per ogni minimo cambiamento nella casa, portargli in casa un nuovo cane non è certo volergli bene o fargli un favore. Idem dicasi se si ha già un cane killer con i gatti, portargli in casa un gattino prima di aver insegnato al cane a non mangiarsi i gatti e a mitigare il suo istinto predatorio non è una buona idea.

Se avete già un gatto in caso, cominciate da subito, ancora prima dell’ingresso del cane a mettere i diffusori di ferormoni felini FeliWay in modo da rasserenare gli animi. Cominciate prima ad abituarlo ad avere ciotole del cibo e dell’acqua non a portata del cane e assicurategli degli spazi raggiungibili da lui, ma non dal cane.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | trishhamme

Seguici anche sui canali social