Vitiligine nel cane: cause, sintomi e terapia

Vitiligine nel cane: cause, sintomi e terapia

Esiste una cura per la vitiligine del cane? E quali sono i sintomi di questa insolita malattia della pelle?

Una patologia particolare della cute è la vitiligine nel cane. Esattamente come nella vitiligine umana, la pelle si depigmenta, perdendo il suo colore naturale. La vitiligine può colpire sia la cute che il mantello dei cani. Inoltre la malattia è presente anche nel gatto. Di base la vitiligine non è una malattia grave, non provoca dolore al cane e non accorcia la sua vita, ma è un problema puramente estetico. Inoltre va diagnosticata escludendo altre possibili cause di depigmentazione cutanea.

Vitiligine nel cane: cause e sintomi

La cute ha delle cellule che si chiamano melanociti: in essi si produce la melanina, il pigmento che dà alla pelle il suo colore. Se questi melanociti non funzionano più correttamente o calano drasticamente di numero, ecco che la cute non potrà più mantenere il suo colore e subirà un processo di depigmentazione.

Si pensa che la vitiligine sia una malattia di origine ereditaria. Inoltre alcune razze di cani hanno una maggior probabilità di sviluppare questa patologia:

  • Pastore tedesco
  • Rottweiler
  • Bassotti
  • Siberian Husky
  • Pastore belga tervuren
  • Labrador
  • Dobermann
  • Bobtail
  • Cane da ferma tedesco

Potenziali cause di vitiligine sono:

  • malattie autoimmuni
  • stress (anche da altre patologie concomitanti)
  • esposizione a tossine
  • malattie neurologiche

Esistono due forme di vitiligine:

  1. vitiligine focale
  2. vitiligine generalizzata

I sintomi della vitiligine solitamente si manifestano già in giovane età. I melanociti si riducono progressivamente di numero ed ecco che l’area di cute interessata diventa bianca, così come il mantello. La vitiligine tipicamente inizia sul naso, poi può estendersi anche a labbra e zona perioculare.

La forma può generalizzare interessando anche polpastrelli e altre parti del corpo. Solitamente la generalizzazione avviene nell’arco di 3-6 mesi.

Vitiligine nel cane: diagnosi, cura e terapia

La diagnosi di vitiligine nel cane implica l’esclusione di tutte le altre malattie che possono provocare perdita di pigmentazione della cute. Probabilmente il vostro veterinario richiederà un esame del sangue e una biopsia cutanea per confermare la diagnosi. Gli esami del sangue in questo caso servono per escludere tutte le altre malattie che possono provocare depigmentazione cutanea.

Non esiste nessuna cura per la vitiligine nel cane, la terapia che si attua è solo per cercare di gestire la situazione. Qualcuno ha provato a somministrare al cane integratori a base di acidi grassi e vitamina, ma non ci sono studi che ne dimostrino la reale efficacia.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog